Seguici su

Europa League

Milan, parla l'avversario Mangia: "Sapevo avremmo pescato un'italiana"

devis-mangia

Alla vigilia dei preliminari di Europa League, l'allenatore del Craiova, Devis Mangia, parla in conferenza stampa della partita contro il Milan. Con lui anche un'ex conoscenza del calcio italiano

Finalmente ci siamo. Finalmente torna l'Europa, anche se si tratta “solo” di preliminari. Domani il Milan giocherà il suo primo preliminare di Europa League alle ore 20 italiane, e lo farà contro l'Universitatea Craiova (leggi qui per sapere tutti i dettagli sul match). L'allenatore della squadra rumena è Devis Mangia, ex allenatore, fra le altre, dell'Italia under 21. Affiancato dal capitano Alexandru Baluta, il tecnico ha presentato in conferenza stampa la sfida di domani sera, molto stimolante per lui, contro i rossoneri.
“Quella di domani sera sarà un evento incredibile per tutti noi. Sarà una partita molto stimolante; sappiamo che è una cosa quasi impossibile, ma noi ci giocheremo le nostre possibilità. Non posso sapere come andrà, noi dovremo semplicemente scendere in campo dando il massimo, poi vedremo cosa accadrà – ha affermato l'ex allenatore dell'Ascoli, che poi continua parlando dei suoi avversari – Ho studiato l'idea di gioco del Milan: l'anno scorso ho avuto modo di vedere molte partite, ma quest'anno sarà diverso. Loro tornano in Europa dopo qualche anno di assenza, quindi avranno grande voglia: giocheranno sicuramente con la migliore formazione possibile. Sappiamo che loro sono una grandissima squadra, ma noi dobbiamo pensare solo a fare la nostra partita mettendo in campo quelle che sono le nostre qualità. So che c'è molta attesa anche qui: i biglietti sono finiti in pochissimo tempo. Noi siamo pronti, magari stasera chiamerò anche Sacchi per parlare della partita..”.
Mangia spiega poi le sue intenzioni tattiche: “L'idea di gioco non cambierà, devo solo valutare le scelte migliori da fare. Voglio solo che i miei ragazzi diano il massimo; mi avrebbe fatto piacere giocare in uno stadio più grande, se lo meritano. Però ogni partita è a sé. L'ultima volta che affrontai il Milan c'erano giocatori del calibro di Thiago Silva, Ibrahimovic, Gattuso, Van Bommel e Nesta; questo a confronto è solo un buon Milan. Vincere sarebbe ovviamente una soddisfazione immensa per tutti. Spero di riuscire a convocare Mitrita“.
In seguito, il mister si è anche concesso ai microfoni di “Gianlucadimarzio.com”, a cui ha detto: “Penso che questa sia una delle partite più importanti nella storia di questo club, inoltre il Milan non è mai venuto a giocare in Romania. Peccato non poterla giocare nello stadio nuovo, avremmo sicuramente fatto il tutto esaurito. Mi auguro comunque sia una bella partita. Il Milan è una squadra con tanti giocatori di qualità, ma noi non possiamo concentraci solo sul singolo; per noi sarà fondamentale giocare di squadra. Per metterli in difficoltà dovremo essere molto bravi dal punto di vista tattico. Importante sarà riuscire a mettere in pratica ciò che abbiamo preparato a tavolino. Per quanto riguarda il sorteggio, ci abbiamo riso sopra. Ce lo eravamo detto: una squadra italiana c'era, e quella abbiamo beccato“.
In conferenza stampa era presente anche il centrocampista Fausto Rossi, arrivato quest'anno dal Trapani. “Essendo italiano, è ancora più bello per me giocare contro il Milan e tornare in Europa. Siamo motivati e pronti a fare bella figura. Io ho già avuto la fortuna di giocare a livello internazionale, ma partite del genere non accadono tutti i giorni. Il Milan è una grandissima squadra, sono ovviamente contento di giocare davanti a tanti tifosi; mi scuso con gli amici a cui non sono riuscito a prendere il biglietto. Ho massimo rispetto per loro perché sono il più grande club italiano fin da quando io ero bambino, ma sarà comunque una partita come tutte le altre. Ovviamente qualche saluto lo farò, ma solo una volta arrivato sul campo: in Italia di solito prima delle partite non si parla mai”.
Il ragazzo cresciuto nelle giovanili della Juventus ha poi continuato parlando della sua esperienza in Romania. “Non dobbiamo fare il classico errore di noi italiani, ovvero dare giudizi senza sapere. Qui per ora va molto bene, ho avuto questa possibilità e l'ho colta subito. L'idea di giocare fuori dall'Italia mi è sempre piaciuta. Per quanto riguarda la Serie A, credo che per i rossoneri l'obiettivo minimo sia quello di entrare nelle prime 4. Vedremo poi chi vincerà lo Scudetto, quest'anno potranno esserci delle novità”.


?Pillola di Fanta

Devis Mangia è un ottimo allenatore: attento dal punto di vista tattico e bravo a lavorare con i giovani. Lo ha dimostrato soprattutto da ct della nazionale italiana under 21, quando ha portato gli azzurrini in finale agli Europei del 2013. La sfida di domani per lui sembra impossibile, anche perché ci sarà pure una gara di ritorno. Salvo imprevisti, il Milan passerà il turno, ma i ragazzi di Mangia ci metteranno senza dubbio il cuore. PREPARATO
 

Fonte foto: csuc.ro


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Europa League