Seguici su

News

Roma, Di Francesco promette: “Sarà un grande anno. Dobbiamo essere uniti”

eusebio-di-francesco

Eusebio Di Francesco parla di Roma, di Totti e dell’ambiente giallorosso. Infine ricorda i suoi tempi: “Dobbiamo ambire a ricreare quel gruppo”

La Roma si sta preparando alla prossima stagione, senza Totti in campo e Spalletti in panchina, con Di Francesco che ha preso il suo posto. Proprio stamane il neo tecnico giallorosso ha rilasciato un’intervista alla redazione de “Il Centro”,parlando del passato, del presente e del futuro, sia della Roma, che di sé.
Eusebio ha esordito caricando la squadra: “Sarà un grande anno, sono sereno e convinto – dicendo poi di sé – Non sono un grande sognatore, ma arrivare alla Roma è stato un pò come il percorso che ho fatto da calciatore, sono partito dal basso e ho fatto le mie esperienze”. Il tecnico ha poi parlato anche di Totti: “Sarei contento di avere Francesco vicino per le sue capacità e per la sua conoscenza dell’ambiente, è ovvio che poi l’allenatore lo faccio io e scelgo io, ma avere accanto un uomo e un personaggio del genere sarebbe importante”. Ha poi concluso l’argomento dicendo: “La gestione nell’ultimo anno? Le situazioni bisogna conoscerle dall’interno”.
Di Francesco sa quanto è importante essere circondati dalle persone giuste in base al contesto e ha scelto solamente persone di totale fiducia e di grande esperienza per formare il suo staff, convinto che la tutta la squadra possa giovarne: “Diciamo che in Serie A i giocatori dovrebbero averne già tanta di tecnica, ma la ripetitività migliora. Parteciperanno anche i più vecchi – assicura Eusebio – ho visto Cannavaro che a 35 anni si allenava sulla tecnica, significa che si può sempre migliorare”.
Sul Sassuolo: “Esperienza indimenticabile. Ma spero, con tutte le differenze del caso, di ripercorrerne una simile con la Roma”.
Dopo aver ricordato la finale di Champions di Cardiff e aver detto che alla Juventus manca ancora “qualcosina” per essere come il Real, risponde così quando gli viene chiesto cosa manca invece alla sua Roma: “Io una risposta posso darla solo sul lavoro, da parte mia posso portare il mio modo di vedere il calcio. Noi dobbiamo creare un gruppo più unito possibile che compatti società, squadra e ambiente”. Di Francesco poi conclude ispirandosi al passato: “Io ho avuto la fortuna di vincere uno scudetto a Roma e ho vissuto in un grande gruppo. Per ricreare qualcosa di importante bisogna ambire a questo”.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in News