Seguici su

La Classifica

Calciomercato, i 10 trasferimenti più costosi della storia del calcio

Barcellona-Philippe Coutinho

Negli ultimi anni i top club ci hanno abituato a clamorosi trasferimenti a suon di milioni, con prezzi che sembrano aumentare senza fine. Riviviamo insieme i 10 trasferimenti più onerosi della storia del calcio

Da Pogba a James Rodriguez, da Bale a Di Maria, da Cristiano Ronaldo al nuovo detentore dello scettro, Neymar: in un mercato alla deriva che non conosce più limiti. Coutinho si prende il secondo posto.
La sessione estiva di calciomercato del 2017 risulta essere tra le più “calde” di sempre: in un clima bollente e con temperature che sfiorano i 50°, il mondo del pallone assiste inerme ad un netto innalzamento di quell’asticella che fino a prima era ferma a 105 milioni di euro e che ha raggiunto cifre ben più elevate con l'ufficialità del trasferimento di Neymar dal Barcellona al PSG per 222 milioni di euro.
O’ ney”, acquistato dal club blaugrana nell’estate 2013 dopo aver versato nelle casse del Santos la “modica” cifra di 88.2 milioni di euro, è diventato il re indiscusso del calciomercato, andandosi ad accomodare sul gradino più alto del podio di questa particolare classifica. La MSN, trio delle meraviglie di questi ultimi anni ricchi di vittorie e trofei, chiude così i battenti perdendo una delle sue stelle, desiderosa di splendere di luce propria all’ombra della Tour Eiffel.
Al secondo posto si inserisce Coutinho che passa dal Liverpool al Barcellona per 160 milioni di euro. Operazione che riguarda anche l'Inter grazie alla clausola di rivendita inserita al momento del trasferimento – per soli 13 milioni – in Premier: l'1,5% andrà ai nerazzurri, si tratta di circa 2,5 milioni di euro.
Sul gradino più basso del podio c'è ancora il Barcellona protagonista con l'acquisto di Ousmane Dembélé dal Borussia Dortmund per 105 milioni di euro, sostituto designato del partente Neymar. Posizione divisa con Paul Pogba. Il Manchester United, nell’estate del 2016, lo ha riportato in Inghilterra versando alla squadra che lo ha valorizzato al meglio, la Juventus, 105 milioni di euro. È un ritorno a casa per il numero 6 di Mourinho dopo che lo stesso club inglese lo aveva perso nell’ormai lontana estate del 2012 a parametro zero.
Subito sotto il podio c'è “mister 100 milioni”, Gareth Bale. Acquistato nella stagione 2013/14 dal Real Madrid per 101 milioni di euro, è stato il primo calciatore ha sforare la soglia della cifra a tre zeri, creando scalpore ma allo stesso tempo curiosità e timore ai più scettici, desiderosi di mettere dei paletti ad un mercato che, da lì a poco, sarebbe diventato più pazzo che mai.
Al sesto posto, udite udite, Cristiano Ronaldo. “Abelinha” (così chiamato quando era piccolo per la sua capacità di zigzagare celermente fra gli avversari come un’ape) lasciò la maglia numero 7 che fu di George Best nel 2009 e si trasferì al Realgalacticos” per 94 milioni di euro. Una cifra che ci sta tutta considerato il rendimento di Ronaldo (406 gol con la maglia dei blancos) e se lo paragoniamo ai valori attuali di mercato.
Appena un’estate fa, abbiamo assistito al trasferimento di Gonzalo Higuain dal Napoli alla Juventus. Il club di Agnelli ha pagato l’intera clausola presente sul contratto del centravanti argentino, versando nelle casse partenopee circa 90 milioni di euro. Nonostante il settimo posto in questa particolare classifica, Higuain può consolarsi: il suo approdo a Torino è diventato il trasferimento in entrata più caro del calcio italiano; è stato superato, così, Hernan Crespo che nel 2000 passò dal Parma alla Lazio di Cragnotti per 110 miliardi di lire (ai parmigiani sono andati in cambio Mathias Almeyda, Sergio Conceicao e un conguaglio di 35 miliardi di lire, pagabile in tre anni).
All'ottavo posto ancora Neymar. Il Barcellona per assicurarsi l’astro nascente del calcio brasiliano, sborsò nell’estate del 2013 ben 88,2 milioni di euro tra costo ufficiale del cartellino ed altre cifre versate alla società dei genitori del giovane brasiliano. A distanza di quattro anni, il club blaugrana, nonostante l’imminente vendita del calciatore, ha realizzato un ‘importante plusvalenza (ben 133,8 milioni di euro!).
Perso Zlatan Ibrahimovic con l’ormai ex 10 Wayne Rooney ritornato a casa al suo Everton, Josè Mourinho ha deciso di investire e di affidare tutto il peso dell’attacco dei “reds” sulle spalle di Romelu Lukaku. Il centravanti belga ha lasciato così l’Everton ed è approdato alla corte del “mago di Setubal” per 84,7 milioni di euro: una cifra alta – che gli vale la nona posizione dei trasferimenti più costosi della storia del calcio – ma che al tempo stesso rispecchia in toto la giovane età e le qualità di un giocatore che nell’ultima stagione in Premier League ha messo a segno 25 gol e 6 assist.
A chiudere questa particolare classifica c'è Virgil van Dijkdifensore più pagato della storia – che è stato acquistato dal Liverpool per la cifra record di 84,5 milioni di euro.

La classifica dei 10 trasferimenti più costosi della storia del calcio

1 – Neymar, al Paris Saint-Germain per 222 milioni;
2 – Philippe Coutinho, al Barcellona per 160 milioni;
3 – Ousmane Dembélé, al Barcellona per 105 milioni;
4 – Paul Pogba, al Manchester United per 105 milioni;
5 – Gareth Bale, al Real Madrid per 101 milioni;
6 – Cristiano Ronaldo, al Real Madrid per 94 milioni;
7 – Gonzalo Higuaìn, alla Juventus per 90 milioni;
8 – Neymar, al Barcellona per 88,2 milioni;
9 – Romelu Lukaku, al Manchester United per 84,7 milioni;
10 – Virgil van Dijk, al Liverpool per 84,5 milioni.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in La Classifica