Ianis Zicu, ex componente del settore giovanile nerazzurro, ha rilasciato delle dichiarazioni che corroborano le voci sulla “vida loca” del terzino brasiliano fuori dal campo

Maicon Douglas, ai tempi dell'Inter, si presentava molto spesso all'allenamento ubriaco, al punto da costringere a rinviare la sessione di training della squadra. Questo è quanto rivelato dal rumeno Ianis Zicu, ex giocatore del settore giovanile nerazzurro, che al portale DigiSport ha accennato ad alcuni episodi che riguardavano la vita extra-calcistica di Maicon. Ecco le sue parole.


NON PERDERE NEANCHE UNA NOTIZIA SULL’INTER, SU CALCIODANGOLO.COM



Maicon era molto forte. Ma, purtroppo, molto spesso veniva all'allenamento del lunedì completamente ubriaco. Una volta, addirittura, Mourinho chiamò a raccolta tutti e chiese: ‘Come possiamo fare per allenarci con lui a posto?'. E fu quindi costretto a spostare la seduta alla sera, in modo tale che anche lui potesse parteciparvi. Queste situazioni in una squadra possono capitare, poi tocca al mister e ai suoi collaboratori, d'accordo con la squadra stessa, a decidere il da farsi”. Dichiarazioni che quindi confermano ulteriormente l'irrequietezza dell'ex numero 13 nerazzurro al di fuori del rettangolo di gioco. Se Maicon avesse mantenuto uno stile di vita regolare, e pensando a tutto quello che ha vinto ugualmente, c'è da pensare che a quest'ora staremmo parlando del terzino destro più forte di tutti i tempi.

CLICCA QUI PER SCARICARE LA GUIDA ALL’ASTA DEL FANTACALCIO 2017/18


? Pillola di Fanta 

249 presenze per Maicon con la maglia dell'Inter, condite da 20 reti (la più importante sicuramente quella del momentaneo 2-1 in casa contro il Barcellona in semifinale di Champions League) e ben 50 assist per i compagni. Il prototipo di terzino moderno, propositivo in attacco e insuperabile in difesa. Per molte stagioni l'Inter ha potuto vantare la presenza in rosa di uno dei giocatori più forti dal 2000 in poi. COLOSSO