Seguici su

Ultime notizie

Italia, Insigne: "Al Bernabeu per vincere. Voglio un trofeo col Napoli"

Lorenzo Insigne si racconta in una lunga intervista: parla di nazionale e della Spagna, di Napoli e dei suoi obiettivi futuri

Lorenzo Insigne è l'uomo del momento. Partito forte in questo avvio di stagione con il suo Napoli, è a detta più il giocatore offensivo più pericoloso della nazionale italiana. In questa interessante intervista rilasciata al quotidiano madrileno “As” – registrata però a Napoli prima del silenzio stampa dei partenopei – Insigne racconta il bel momento che sta vivendo, con entrambe le sue maglie azzurre. “Sarà bellissimo tornare al Bernabeu. Dopo averlo fatto col Napoli, con cui ho segnato un gol unico, giocare lì anche con la nazionale sarà speciale” – esordisce il fantasista classe 1991.
Ventura sta imponendo il suo stile di gioco a questa squadra, molto diverso da Conte. La squadra è molto giovane ed offensiva, si lavora sul 4-2-4. Insieme ai veterani, stiamo formando un bel gruppo. Con la Spagna sarà molto dura perché loro sono fortissimi e in più giocano in casa. Non possiamo chiuderci dietro perché abbiamo bisogno dei tre punti. Andiamo al Bernabeu per vincere” – tuona il numero 24 senza paura, che poi si lascia andare ad un breve commento sulla maglia numero 10 “Indossarla con l'Italia è stato un onore, spero di poterlo fare ancora. A Napoli invece la maglia è stata ritirata: rispetto la decisione e Maradona. Incontrarlo per me è stato un sogno, mi ha davvero fatto sentire orgoglioso: è il migliore di tutti i tempi“.
L'attaccante poi ripercorre la sua carriera, dagli inizi a Foggia e Pescara fino ad oggi con Sarri. “Devo tantissimo a Zeman, che mi ha sempre voluto fortemente. A Napoli, con Mazzarri all'inizio ho faticato perché mi sono dovuto giocare il posto con Vargas; poi ho trovato il mio spazio. Ringrazio molto anche Benitez, che mi ha insegnato la fase difensiva, fondamentale nel mio ruolo. Oggi con Sarri sono felicissimo, anche se a volte discutiamo. Abbiamo fatto cose molto importanti e se siamo arrivati così in alto è merito suo: ci sta insegnando tantissimo. Ma ora è arrivato il momento di vincere qualcosa di grande. Ci siamo stancati di sentirci dire che giochiamo bene e basta. Ora non dobbiamo buttare via nemmeno un'occasione, a partire dal big match di Champions League contro il Manchester City di Guardiola: sarà entusiasmante“.
Il talento azzurro chiude infine parlando delle sue speranze per l'anno prossimo. “Io voglio rimanere a Napoli, è il mio sogno. Poi nel calcio non si può mai sapere, con questo mercato pazzo il presidente potrebbe anche decidere di vendermi. Io sono tranquillo, ho rinnovato e penso solo a giocare. Voglio vincere qualcosa con questa maglia. Per quanto riguarda la nazionale, l'obiettivo è qualificarci al Mondiale e poi vivere un'esperienza fantastica. Ci spero davvero“.
 
 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Ultime notizie