Seguici su

Serie A

Roma, Nainggolan: "Rimasto qui per vincere. Var? Speravo fosse più utile"

Il centrocampista della Roma ha rilasciato una lunga intervista in cui tocca davvero molti temi interessanti, tra cui la VAR

Radja Nainggolan, centrocampista della Roma, ha rilasciato un'intervista al quotidiano Il Romanista dedicato alla squadra giallorossa.
Sul suo ruolo e i possibili attriti con Di Francesco: “Lo dicono fuori, ma che ne sanno? Dieci metri più avanti o più indietro a me non cambiano niente. Dove gioco gioco. Mica voglio negare che lo scorso anno sia stata la miglior stagione per me, ho fatto tanti gol e tante partite importanti. Ma io ho sempre fatto la mezz'ala, sto solo cercando di riabituarmi al ruolo. Io non sono un trequartista, di solito quelli che giocano lì sono giocatori alla Ronaldinho. Il mio ruolo l'anno scorso è stata un'invenzione di Spalletti e si è rivelata perfetta per me. Ma ora sono tornato al vecchio ruolo e anche questa posizione a perfetta per me. Stiamo parlando di niente“.
Sull'inizio di stagione e le critiche: “Ci è mancato solo il risultato con l’Inter. Se avessimo vinto noi 3-1, e la partita ce ne avrebbe data la possibilità, nessuno avrebbe sollevato il problema del sistema di gioco. Ma questo è il calcio. A Bergamo abbiamo giocato peggio e vinto e tutti ci hanno elogiato, con l'Inter abbiamo giocato meglio e perso e vengono fuori tutti i dubbi“.
Sull'obiettivo stagionale: “Io voglio fare meglio dell'anno scorso, questo è chiaro. Se sono rimasto a Roma è perché voglio vincere con questa squadra, questa maglia, questa piazza. Sarà un’emozione che non si può descrivere. Spero che prima o poi possiamo festeggiare qualcosa. Perché sono rimasto? Avevo molte offerte importanti, ma per me è importante lo stile di vita giusta con le persone che amo, sono felice dove sto e non avevo nessun motivo di cambiare”.
Sul Var: “Speravo fosse più utile. A noi per ora non lo è stato, con l'Inter mi aspettavo che l'arbitro nel dubbio si consultasse. Ma io forse non dovrei entrare in questi discorsi… “.
Sulla Nazionale e il suo rapporto col ct: “Non riesco proprio a capire perché non sono rispettato per come sono. La mia vita è questa, non manco di rispetto a nessuno, sono disponibile per tutti. Magari non gli piaccio, non so, questo può essere. Io dico quello che penso, sempre, non penso di far male a nessuno, amo le persone che parlano chiaro. Magari pago quello. Ma non ho davvero niente di cui rimproverarmi“.


?Pillola di Fanta

Radja Nainggolan è destinato a diventare una bandiera della Roma. Con la maglia giallorossa vanta 164 presenze e ben 28 reti, di cui la metà realizzate la passata stagione. Leader dentro e fuori dal campo. NINJA


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A