Seguici su

Serie A

Udinese-Sampdoria, vittoria di rigore per i bianconeri: finisce 4-0

Nella sfida di Udine i bianconeri capitalizzano al meglio i tre rigori ricevuti: doppietta dell’ex di Maxi Lopez

Una partita che vede difronte due compagini in una condizione che non potrebbe essere più diversa. Da una parte la Samp reduce dalla bella e convincente vittoria contro il Milan, dall’altra un Udinese in evidente difficoltà che deve far fronte ai soli tre punti in classifica.
Partono forte gli uomini di Delneri prima con una bella azione di Lasagna che sembra essere in giornata, poi con De Paul che porta a spasso la difesa e conclude a lato. La Sampdoria cerca di amministrare il possesso palla e di far correre i bianconeri per poi andare in verticale. Il più attivo dei doriani sembra Zapata che prima viene fermato da Nuytinck con un gran intervento in scivolata e poi anticipato da Angella qualche minuto dopo.
Al 25′ l’episodio che sblocca la partita: Puggioni esce sulla parte destra della sua area e tampona Maxi Lopez che cercava di difendere la sfera. Per l’arbitro è calcio di rigore. De Paul dal dischetto punisce l’ingenuità del portiere doriano: è 1-0 Udinese. Il vantaggio dà coraggio ai padroni di casa che diventano i padroni della partita. Al minuto 40 altra sliding door: Barreto già ammonito, entra sconsideratamente a centrocampo, è rosso. Sampdoria in 10 e Udinese che si prende la partita. De Paul, in giornata di grazia fa impazzire la difesa doriana ma i bianconeri sbagliano sempre l’ultimo passaggio e si va a riposo sul risultato di 1-0.
Il secondo tempo ricomincia nel segno dell’Udinese. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo per la Sampdoria, Jankto si invola in campo aperto, entra in area e la scarica su Lasagna che la deve solo appoggiare. Puggioni questa volta è miracoloso ed evita il doppio svantaggio ai suoi. Giampaolo rinfoltisce il centrocampo togliendo Ramirez per Linetty. Cambio anche per Delneri che inserisce Fofana per Barak. Passano due minuti e Fofana alla seconda palla toccata viene atterrato da Torreira in area. Altro calcio di rigore. Stavolta dal dischetto si presenta Maxi Lopez, ma il risultato è lo stesso: 2-0 Udinese.
Girandola di cambi da una parte e dall’altra: esce Berhami per infortunio muscolare, al suo posto Balic. Esce anche un acciaccato Samir per far posto ad Ali Adnan. Giampaolo tira fuori Zapata e Quagliarella per Caprari e Kownacky. La Sampdoria sembra voler reagire e si proietta in avanti ma all’ 85′ ancora Maxi Lopez chiude i giochi con uno scavetto davanti a Puggioni: doppietta per l’argentino che non esulta. Sul 3-0 la partita sembra non aver più nulla da chiedere: non la pensa così Fofana che nei minuti di recupero si procura un altro tiro dal dischetto. Stavolta si impadronisce del pallone e va lui stesso a calciare. È il gol del 4-0 che manda i titoli di coda alla partita. 
Deleneri esce vincitore e un po’ meno in bilico dal primo anticipo della 7^ giornata. Prima sconfitta in campionato per la Sampdoria di Marco Giampaolo un po’ troppo penalizzata nel risultato, viziato anche dall’aver giocato in 10 uomini per più di un tempo.

Pillola di Fanta ?

L’ultima doppietta di Maxi Lopez in Serie A risale a due anni e mezzo fa. Era il 17 maggio 2015. Il bomber argentino allora con la maglia del Toro segnò la doppietta che chiuse la partita 2-0. REDIVIVO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A