Seguici su

Serie A

Inter, senti Handanovic: "Potrei finire la carriera qui. La squadra è molto migliorata"

acerbi sassuolo roma

Il portierone nerazzurro fa il punto della situazione in generale e in ottica derby. Handanovic non esclude che la sua carriera possa finire proprio a Milano. Ecco le sue dichiarazioni

Samir Handanovic è soddisfatto dell’inizio di stagione in casa Inter e vede con ottimismo il prossimo derby contro il Milan. Si può sintetizzare così l’intervento tramite i canali social nerazzurri del portiere sloveno, il quale non esclude la possibilità di terminare la propria carriera a Milano. Ecco le sue dichiarazioni.
Sulla situazione generale e sul derby: “Per ora è tutto normale, quando torneranno i nazionali e si andrà nello specifico si comincerà a sentire di più l’attesa della partita. Noi stiamo lavorando bene. Penso che Spalletti , col suo staff, abbiano grandi meriti: lavoriamo in maniera diversa, con tutta la squadra deve dare il suo contributo. Si vedono anche dagli strappi degli esterni di 40-50 metri che prima non si facevano. Ma non dobbiamo sentirci realizzati, visto che non abbiamo ancora fatto niente. Però ci sono ampi margini di miglioramento, non dobbiamo porci limiti. Il prossimo sarà un mese di fuoco, ogni domenica dovremo dimostrare quanto valiamo, perché le cose cambiano velocemente. Se non sei pronto, ti sorpassano e trovi i difetti i prima. Quest’anno sento che siamo più squadra”
Sul suo futuro: Finire la carriera in nerazzurro può essere un’opzione, ma non mi pongo limiti perché non si sa mai cosa può accadere. L’unico obiettivo è giocare fino a 40 anni, come e dove poi si vedrà”. 
Sui nuovi acquisti: “Sono stati certamente azzeccati. Sono giocatori forti e ragazzi che si sono integrati bene e che hanno personalità per restare qui”.


? Pillola di Fanta 

Samir Handanovic è sicuramente uno dei migliori portieri in circolazione. Tuttavia la sua bravura non ha mai avuto modo di essere espressa sui palcoscenici europei che contano. Infatti, il portiere sloveno conta solo 2 presenze ai playoff di Champions League, nel 2011, quando vestiva ancora la maglia dell’Udinese (friulani poi eliminati dall’Arsenal), e con i nerazzurri non ha mai centrato la qualificazione alla massima competizione europea. Chissà che questo non sia l’anno buono, e non si convinca davvero a restare all’Inter a vita. SARACINESCA PER SEMPRE

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Serie A