Seguici su

Ultime notizie

Liga, adesso col Barcellona che si fa? Tutti i possibili scenari

Caos nella federazione spagnolo dopo lo storico referendum che potrebbe sancire l’indipendenza della Catalogna dal Regno di Spagna

Quanto successo ieri in Catalogna rappresenta un evento storico che potrebbe cambiare la geopolitica europea. Il referendum ha visto, tra tanti disordini, la vittoria del  al quesito indipendentista catalano. Ancora la situazione è tutta da decifrare, ma da Barcellona arrivano pesanti segnali verso una reale uscita dalla Spagna.
Le ripercussioni sarebbero importanti anche in ambito calcistico. La Catalogna storicamente fornisce un grande apporto di giocatori alla Nazionale, oltre ai proventi dei diritti del Barcellona. Il solo Clasico si stima valga 300 milioni di euro. Una cifra che rischia di andare perduta.
Lo statuto della federazione spagnola vieta a squadre di altre nazionalità di partecipare ai campionati organizzati in Spagna. In caso di formazione di uno stato indipendente catalano, le possibilità che questo resti a giocare in Spagna sarebbero davvero bassissime. Senza considerare i problemi di ordine pubblico nelle partite tra squadre della destra unionista e il Barcellona, faro dell’indipendentismo.
Nelle ultime ore è anche comparsa l’ipotesi di un accesso a campionati stranieri, come la Premier League o la Serie A. Difficilissima la pista inglese, soprattutto per le 19 trasferte d’Oltremanica. Più comprensibile ma sempre proibitiva quella italiana, con molte squadre che rischierebbero di perdere preziosi posti in Champions League.
Decisamente più probabile e comprensibilmente più comodo un ingresso nella Ligue 1. Attenzione però, il Monaco non rappresenta un precedente valido, visto che sin dalla fondazione il club è iscritto alla federcalcio francese. La vicinanza geografica con il sud-ovest del paese Transalpino e la possibilità di elevare il livello del campionato porterebbero però la pista a un livello di interesse altissimo. Potremmo così goderci un Barça-PSG infuocato.
Tuttavia, qualora dovessero saltare le trattative con ogni campionato, non è da sottovalutare la fondazione di una federcalcio catalana che costituirebbe un proprio campionato e una propria nazionale. Le parole di Piqué, pronto a lasciare la Spagna in caso di “interferenze” e “fastidi” per la sua posizione apertamente indipendentista, sono sintomatiche in tal senso.
Stando alle squadre professionistiche presenti in Catalogna oggi, il campionato sarebbe a 7 squadre: il Barcellona grande favorito per la vittoria insieme ai concittadini dell’Espanyol. Il derby acquisirebbe maggior titolo contando la fede unionista dei biancoblu. A giocarsi la terza piazza il Girona, neopromosso in Liga, e il Gimnàstic de Tarragona. Da non sottovalutare la forza del Barcellona B e del Reus, che da anni sfiora la promozione nella serie B spagnola. Il Lleida Esportiu sarebbe il principale candidato a una fantomatica retrocessione.
Un ipotetico nuovo campionato, qualora venga riconosciuto dalla UEFA, porterebbe come i campionati istituiti ex-novo 3 squadre in Europa. I campioni – il Barça dunque – partirebbero dal primo turno di qualificazione alla Champions League, dove potrebbero incontrare i campioni di stati come Kosovo San Marino. I secondi e i terzi classificati – o la vincente della Coppa Catalana qualora non sia il Barça – invece accederebbero al primo turno di qualificazione di Europa League.
All’Espanyol, la squadra meno indipendentista di tutte, andrebbe benissimo. Verosimilmente, avrebbe l’accesso garantito ogni anno a una delle due coppe europee, con buone possibilità di giungere alla fase a gironi, percorso proibitivo all’interno della Liga. E attenzione, perché i risultati del Barça potrebbero regalare ancora più posti in Europa grazie a una salita nel ranking UEFA. Insomma, sicuri che non convenga a tutti un campionato catalano?


? Pillola di Fanta

Ok, il Barcellona andrebbe costantemente in Champions e probabilmente arriverebbe in pochi anni a guadagnare anche il posto direttamente ai gironi. Ma quale appeal potrebbe avere per campioni come MessiRakitic e molti altri giocare contro il Girona o il Lleida Esportiu? Il Barça è il Barça, certo, però davanti a una offerta interessante… TENTAZIONE


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Ultime notizie