Seguici su

Serie A

Come cambia il Genoa con Rossi: le soluzioni tattiche di Ballardini

L’arrivo di Pepito Rossi in casa rossoblu cambia inevitabilmente le gerarchie dell’attacco. Ecco tutte le possibili soluzioni

Nella notte è arrivata la notizia di un gradito ritorno in Serie A. Giuseppe Rossi è infatti un nuovo giocatore del Genoa, per la gioia dei tifosi del Grifone e di tutti gli appassionati di calcio in Italia. Un giocatore della sua classe e della sua esperienza mancava in una squadra storica come il Genoa.
Cosa cambierà dunque nello scacchiere tattico dei rossoblu dopo l’arrivo di Rossi? La parola finale spetterà certamente a Ballardini, ma sono prevedibili due differenti soluzioni. La prima si basa sul 3-5-2 già proposto con CrotoneRoma e vedrebbe Rossi occupare uno dei due posti in attacco, lasciando vuoto il posto per la prima punta che sarà spartito settimanalmente tra Lapadula, Galabinov e Pellegri.
C’è però un’altra possibilità: il modulo preferito da Ballardini è il 3-4-2-1 e Rossi avrebbe le carte in regola per giocare un po’ decentrato e dietro alla prima punta. L’altro posto dovrebbe essere conteso da TaarabtPandev, con il secondo che garantirebbe una maggior concentrazione a livello tattico.
 

? Pillola di Fanta

Chi rischia di rimetterci definitivamente il posto sono due giocatori che sembravano poter essere importanti con Juric. Il primo è Centurion, che – complice un rendimento non all’altezza – rischia di non vedere più il campo; il secondo, ben più importante, è Raffaele Palladino. Una delle “bandiere” del Genoa potrebbe essere presto ammainata in favore di ragazzi più veloci, più propositivi e soprattutto più concreti. FINE

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A