Seguici su

Nazionali

UFFICIALE: Carlo Tavecchio si è dimesso da Presidente della FIGC: "Chiedo scusa agli italiani"

Carlo-Tavecchio

Carlo Tavecchio non è più il Presidente della FIGC. Le dimissioni sono arrivate poco fa dopo un confronto in Federazione

L’ufficialità è arrivata: Carlo Tavecchio si è dimesso e non è più il Presidente della Federazione. Con lui cade anche tutto il consiglio federale. Le sue prime parole: “Ho sbagliato, quindi vado a casa. Sono rammaricato. Chiedo scusa a tutti gli italiani“.
In tanti sono stati intercettati prima dell’incontro da Tommasi a Gravina, da Sibilia a Nicchi, fino ad Ulivieri, i quali hanno espresso il loro parere sul futuro dell’ormai ex Presidente della FIGC.
Tommasi, leader dell’AIC: “Siamo già in ritardo, oggi mi aspetto una presa di responsabilità e di coscienza, vediamo se qualcuno ha capito durante la settimana“.
Sibilia, presidente della LND: “La Lega Dilettanti è stata sempre compatta e questa riunione del direttivo mi ha dato mandato per comunicare al Consiglio federale quello che abbiamo deciso“.
Nicchi, presidente dell’AIA: “È un giorno difficile, aspettiamo che il presidente federale prenda la decisione più saggia, decidendo cosa intende fare: o resta, sapendo che non si può governare con uno o due voti di maggioranza, oppure lascia, spianando un percorso che può portare a nuove elezioni. Spero solo che stamattina non vi sia alcun bisogno di votare“.
Abete, ex Presidente della FIGC: “Chiederò le dimissioni di Tavecchio. Se tutti i consiglieri avranno la volontà di dimettersi, lo faremo, anche per favorire una riflessione strategica per il futuro del calcio. Ma, se questo non avvenisse, diremo al presidente Tavecchio che non è l’unico responsabile di questa situazione. Io non mi ricandido“.
 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Nazionali