Seguici su

Serie A

Juventus, Dybala confessa: "E’ stata dura rifiutare la Nazionale italiana. Sogno il Pallone d’Oro"

esultanza-gol-Paulo-Dybala-Juventus-Spal

Il fuoriclasse bianconero è in crescita a livello di prestazioni negli ultimi match, dopo un breve periodo di smarrimento. E nell'intervista rivela i suoi lati e desideri più intimi

Un Paulo Dybala a 360° si racconta alla rivista Vanity Fair, mettendo a nudo tutto il suo essere interiore e commentando tutto ciò che lo riguarda della sua vita da calciatore. Un ragazzo che ha vissuto anni difficili quando era più giovane, soprattutto dopo la morte prematura del padre, ma che ha saputo imporsi di gran carriera a livello internazionale grazie alla Juventus. Ecco le dichiarazioni di Dybala.
Sulla vita da calciatore:Dio ci dà un dono, ma poi quel dono va lavorato. Ne ho visti tanti di fenomeni nei settori giovanili. Ragazzi di cui dicevano: “Se solo avesse avuto la testa, avrebbe potuto essere Maradona o Messi”. Ecco, io ho lavorato soprattutto per evitare che questo accadesse anche a meQuando abbiamo un pallone tra i piedi, noi calciatori siamo felicissimi. Quello che succede dietro, nel retropalco, spesso non è proprio bellissimo. Il più delle volte un calciatore che arriva a questi livelli diventa purtroppo un uomo molto solo.
Sul padre: “È morto per un tumore, quando avevo 15 anni. Fu un dolore fortissimo. Nei mesi precedenti non riusciva più a venirmi a trovare e il club mi fece andare a casa per un po’ di tempo. Sei mesi erano troppo pochi e mi venne la tentazione di mollare tutto. Forse un giorno lo ritroverò o forse no, a papà però penso sempre e gli dedico tutti i miei gol“.
Sui sogni nel cassetto: “Quando ci riunivamo intorno al fuoco, da bambini, d’estate, espressi con i miei amici il desiderio di vincere il Pallone d'OroSe accadesse una cosa del genere sarebbe un messaggio importante per tanti bambini. Per tutti quelli che nati in un piccolo posto lontano dai grandi centri possono sperare di poter raccontare una storia simile alla mia“.
Sulla Nazionale italiana: “Mi è stato chiesto di vestire l’azzurro e sono stato molto grato. Avevo 19 anni e rispondere “no, grazie” fu davvero dura. Ma sono argentino e sarebbe stato un inganno far parte di un'altra Nazionale”.

? Pillola di Fanta 

Stagione altalenante, quella attuale, per Paulo Dybala. Dopo un inizio scoppiettante con 10 gol nelle prime sei di campionato, nelle ultime sei invece ha realizzato solo due reti contro Spal e Sampdoria. E in Champions League è ancora a secco. Tuttavia, atleticamente parlando, il giocatore ha sempre garantito continuità nelle prestazioni, e chissà che la sfida contro l'Inter non sia l'occasione giusta per riprendere il ritmo. ALLA RISCOSSA

Consulta anche:

TUTTE LE PRINCIPALI NOTIZIE SULLE 20 SQUADRE DI SERIE A


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A