Seguici su

Altre Competizioni

Neymar confessa: "Nel 2014 rischiai la paralisi: non sentivo nulla"

Esultanza-Neymar-PSG-Champions-League

L'attaccante brasiliano del Paris Saint-Germain confessa di aver rischiato grosso nel 2014: “L'infortunio peggiore della mia vita”

Neymar Jr. è uno dei più talentuosi e più affermati giovani calciatori in tutto il mondo e, nonostante abbia solamente 25 anni, si tratta di uno dei giocatori più forti e apprezzati al mondo. Per lui il Paris Saint-Germain ha fatto follie, facendo registrare il trasferimento più costoso della storia del calcio (220 milioni, ndr) e rischiando delle salatissime multe da parte dell'UEFA. Tuttavia la carriera del brasiliano non è sempre stata rose e fiori e, nel corso di un'intervista a The Players Tribune, ha svelato di aver rischiato grosso con l'infortunio procuratogli da Camilo Zuniga al Mondiale del 2014 in Brasile. Ecco le parole di Neymar:
“Quell'infortunio è stato il peggior momento della mia vita: in quei giorni piansi tantissimo, vidi piangere anche i miei genitori e i miei amici. Tutta la mia famiglia. Non riuscivo a sollevare le gambe, non riuscivo a muoverle. Il medico mi toccava le gambe e io non sentivo nulla. Dopo gli esami, mi disse che avrei camminato, ma che per me il Mondiale era comunque finito. Se il colpo fosse stato assestato due centimetri più in lato sarei rimasto paralizzato”.


?Pillola di Fanta

Ha solo 25 anni ma il Brasile è ai suoi piedi già da diverso tempo ormai. Neymar ha tutto il potenziale per diventare uno dei giocatori più forti della storia del calcio e finora si sta comportando molto bene, mettendo in fila grandi prestazioni e una caterva di gol. Pelè era “il Re”, Neymar è l'erede al trono. ‘O NEY

Fonte foto: twitter.com/PSG_inside


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Altre Competizioni