Seguici su

Serie A

Fiorentina-Verona 1-4: la Viola si sveglia tardi, Kean la punisce

Ospiti avanti 3-0 in avvio di ripresa, poi sussulto Viola: non basta. Doppietta di Kean, a segno Gil Dias dalla panchina

L’ultima spiaggia di Pecchia ha l’aria di un tramonto alle Baleari per il Verona, che schianta la Fiorentina 4-1 al Franchi e rilancia le ambizioni di salvezza. È un paesaggio da film horror, invece, quello che osservano inermi i tifosi della squadra di casa. La Fiorentina non vince ormai da oltre un mese (0-1 a Cagliari il 22 dicembre) e la corsa all’Europa subisce l’ennesimo (e forse definitivo) stop.
Le sliding doors della Fiorentina si chiudono dopo 60 secondi. Fares pasticcia in difesa e Simeone si ritrova praticamente a porta vuota, con Nicolas a terra. Il portiere è battuto, non Caracciolo, che respinge sulla linea. Passano 10 minuti e la prima volta che il Verona si affaccia in avanti trova il vantaggio. Angolo di Romulo, Pezzella respinge, ancora Romulo al centro: svetta Vukovic, che bagna l’esordio in A con la rete del vantaggio. La Viola non si perde e ci prova con Chiesa: fuori. Ma i problemi sono dietro. Astori si fa puntare da Matos che rientra e serve Kean: per il giovane è un gioco da ragazzi fare 2-0 a tre metri dalla porta sguarnita.
Nella ripresa Pioli prova a dare la scossa. Fuori Thereau e Benassi, dentro Saponara e Gil Dias. Ed è subito seconda sliding door: passano 30″, Chiesa spara col destro e colpisce il palo. Sul ribaltamento Petkovic si invola sulla sinistra e Kean si libera sulla destra: servizio preciso per il ragazzo scuola Juventus che fa doppietta e 3-0. La reazione d’orgoglio della Fiorentina arriva dalla panchina: buona giocata di Saponara sulla destra e palla al centro per Gil Dias, che si coordina e buca Nicolas. Partita riaperta? Macché, la Viola è fragile dietro e due minuti dopo uno svarione di Laurini regala a Ferrari la gioia del primo gol in A: 1-4.
A partita ormai persa, la Fiorentina tenta di ridurre il passivo con azioni confusionarie. Da segnalare una grande parata di Nicolas su Gil Dias, il migliore dei suoi. Pecchia si gode la vittoria e continua a sperare.

Fiorentina-Verona 1-4 – il tabellino

Fiorentina (4-3-3): Sportiello; Laurini, Pezzella (73, Milenkovic), Astori, Biraghi; Benassi (46′ Saponara), Badelj, Veretout; Chiesa, Simeone, Thereau (46′ Gil Dias). All. Pioli
Verona (4-3-3): Nicolas; Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo (90′ F. Zuculini), Buchel, Valoti; Matos, Petkovic (70′ Calvano), Kean (62′ Souprayen). All. Pecchia
MARCATORI: Vukovic all’11’, Kean al 20′ e al 46′, Gil Dias al 53′, Ferrari al 55′
AMMONITI: Benassi (F), Caracciolo (V), Kean (V), Valoti (V), Fares (V), Pezzella (F), Biraghi (F)
ESPULSI: –
ASSIST: Romulo, Matos, Petkovic, Saponara

?Pillola di Fanta

Jagos Vukovic, che di mestiere fa il centrale difensivo, non è un giocatore particolarmente avvezzo al gol, Nella sua carriera con le squadre di club ha segnato 20 gol in 250 partite; l’ultimo quasi un anno fa (Konyaspor-Gaziantepspor 1-2, 21 aprile 2017). All’esordio in Serie A gli sono bastati 11′ minuti per conoscere la gioia del gol. LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A