Seguici su

Calcio estero

Ibrahimovic a gamba tesa sulla Svezia: "C'è razzismo nei miei confronti. Io sono la loro storia"

Il fuoriclasse svedese polemizza con i media scandinavi, che a suo dire non hanno digerito il suo addio alla Nazionale, per un presunto odio ingiustificato nei suoi confronti

Zlatan Ibrahimovic sta recuperando dal brutto infortunio occorso al ginocchio che l’ha tenuto fuori per diversi mesi, ed è pronto più che mai a tornare in campo per continuare a vincere col Manchester United. Nel frattempo l’attaccante svedese continua a far parlare di sé fuori dal campo, e stavolta si scaglia contro il suo Paese di appartenenza, e in particolare contro i mass media. Ibrahimovic ritiene, infatti, che nei suoi confronti ci sia un certo razzismo e odio gratuito, dovuto al fatto forse che ha lasciato la Nazionale pur essendo ancora in grado di poter dare tanto agli scandinavi. Ecco le sue dichiarazioni a Canal+.
In Svezia c’è un razzismo latente, i giornali mi attaccano ancora di più perché non riescono ad accettare che io sia Ibrahimovic. Se un altro giocatore commettesse un mio stesso errore, lo difenderebbero. Non dico che ci sia razzismo, ma un razzismo inconscio quello sì: ne sono convinto al 100%. Se mi fossi chiamato Andersson o Svensson, mi avrebbero difeso anche se avessi rapinato una banca. Il Pallone d’oro svedese al massimo è stato vinto due volte dai più forti. Io ne ho vinti 11! Quello che ho fatto per il calcio svedese, non l’ha mai fatto nessuno. Sono il migliore della storia del calcio svedese.

? Pillola di Fanta 

Modi a parte, il centravanti svedese non ha tutti i torti quando dice di rappresentare la storia della Nazionale svedese, in virtù delle 62 reti in 116 presenze, oltreché il lustro ottenuto con i grandi risultati raggiunti con i club in cui ha giocato. Ma gli scandinavi, senza di lui, hanno raggiunto la qualificazione al Mondiale (contro di noi). Cosa che non gli riusciva da diversi anni. DESTINI SEPARATI

Consulta anche:

TUTTE LE PRINCIPALI NEWS SUL CALCIO ESTERO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Calcio estero