Seguici su

Serie A

Chievo-Juve, Allegri: "Buffon titolare martedì. Higuain non è in crisi"

Il tecnico bianconero ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Chievo

La Juventus è pronta a tornare in campo nell’anticipo del Bentegodi di domani sera. Allegri, in conferenza, ha avvertito i suoi dell’importanza della gara, ma la figura di Gigi Buffon accentra su di sé il discorso globale: “La presenza di un campione come lui non può essere un peso. Ovviamente è più un ragazzino e sta facendo riflessioni importanti sul suo futuro come giusto che sia. Tornerà titolare martedì a Bergamo – in Coppa Italia – ma sarà con il gruppo già da domani“.
Capitolo infortunati, Allegri fa un po’ il punto della situazione: “Marchisio parte con la squadra ma non sarà disponibile per sabato. Dybala avrà un esame a metà settimana prossima per vedere lo stato della cicatrice. Cuadrado lunedì ha una visita specialistica in Germania per un’eventuale operazione. Howedes prosegue il suo lavoro di recupero. Matuidi ieri ha lavorato, vedrò se farlo scendere in campo ma non ha alcun tipo di problema. Turnover? Davanti no, in difesa potrei fare dei cambi“.
Sull’avversario: “Al Chievo sono mancati i risultati e non le prestazioni. Fa sempre ottime partite dopo le brutte sconfitte. Servirà un buon approccio a livello mentale. Giocare in casa loro non è mai facile, sfruttano molto bene le palle inattive“.
Sull’addio alla Juventus: “Sono in una grande squadra. Ho un contratto con la Juventus fino al 2020 quindi sto bene qui. Paragone con Sarri? Non sono infastidito. L’importante è sempre portare a casa il risultato, ma ovviamente bisogna passare attraverso le prestazioni. Siamo tutte squadre con caratteristiche diverse“.
Su Higuain: “È sereno e non mi preoccupa. Quando giochiamo coi 3 davanti lui è quello che si sacrifica un po’ di più, ma anche col Genoa ha fatto bene. De Sciglio? O lui o Lichtsteiner sulla destra e può riposare Chiellini. Bernardeschi? È in ballottaggio con Douglas Costa, ma potrei buttarli dentro tutti e quattro. Mezz’ala? Non è ancora pronto per farla secondo me, ma sulla trequarti va molto bene“.
Su Bentancur: “Più probabile che giochi Sturaro oppure che li riduca a due. Coi tre in mezzo abbiamo ridotto il numero di gol subiti perché tutti hanno iniziato a difendere. La squadra è tornata solida ma bisogna sfruttare al meglio le occasioni in attacco, perché poi ci sarà sempre una ripartenza o una palla inattiva in cui si può andare in difficoltà“.
CONSULTA ANCHE LA PROBABILE FORMAZIONE DELLA JUVENTUS PER LA  22^ GIORNATA 
TUTTI GLI INDISPONIBILI PER LA 22^ GIORNATA DI SERIE A

? Pillola di Fanta

Col nuovo schieramento a tre in mezzo al campo, la Juventus è tornata la fortezza impenetrabile delle scorse annate. Un solo gol subito nelle ultime 12 gare ufficiali. Numeri spaventosi, nonostante la miglior difesa sia ancora il Napoi di Sarri. È cresciuto esponenzialmente anche il numero dei gol fatti – 50 – a dimostrazione dei passi avanti compiuti dalla squadra sotto tutti i punti di vista. Ma per arrivare in fondo alle tre competizioni servirà uno scatto ulteriore. BALZO DECISIVO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A