Seguici su

Calciomercato

Milan, agente Gustavo Gomez: "Società di incapaci, tutti ridono di noi"

gustavo gomez, milan, fenerbahce

L’agente del difensore paraguaiano tuona contro la società che non vuol lasciar partire il suo assistito: il Boca Juniors si deve arrendere

Che il Milan fosse in confusione dal punto di vista finanziario, era chiaro fin da subito. Lo era già da quest’estate, quando per un attimo sono sembrati a rischio anche gli acquisti di Bonucci e Biglia. I rossoneri hanno precisi accordi con l’Uefa, che dovranno però essere tempestivamente rispettati. Ecco quindi che al vertice c’è bisogno di qualcuno che sia in grado di capire e gestire la situazione al meglio. “Vi garantiscono che ad oggi il Milan sta vivendo una fase di grande confusione. Spero che il club torni ad essere gestito il prima possibile da persone competenti. Se si acquista un giocatore di terza o quarta categoria e lo metti in Serie A, è ovvio che non possa rendere come gli altri: non ha le capacità mentali e professionali per stare a questo livello – tuona Augusto Paraja, agente di Gustavo Gomez, ai microfoni di “Tuttosport”, che poi continua – Le persone che sono ai vertici della dirigenza del Milan sono incompetenti. Se non sei in grado di dirigere un grande club ma te lo danno lo stesso, i risultati non possono essere positivi. Ormai nel mondo del calcio tutti ridono di noi: giocatori, allenatori, dirigenti“.
Il procuratore del difensore paraguaiano ha cercato in tutti i modi di portare via da Milano il suo assistito. Dopo il rifiuto in estate da parte della società nella trattativa con il Fenerbahce, sta accadendo lo stesso in queste ore con il Boca Juniors. “Siamo stati trattati malissimo e senza motivo. I dirigenti del Boca sono arrivati da Buenos Aires con una maglia in regalo e non hanno ricevuto nemmeno un caffè. Questo è l’inizio, immaginatevi cosa è successo dopo. Di ciò che dicono sia accaduto in sede, però, preferisco non parlare. Quando ci siamo ritrovati insieme con i dirigenti argentini in ascensore, loro non ci volevano credere: sono arrivati ad offrire ben 6 milioni, ma il Milan lo valuta 7, e non lo hanno lasciato partire. Il ragazzo non gioca mai e non ha nessuno possibilità di essere utile, ma loro si sono rifiutati; eppure era un affare vantaggioso anche per il bilancio – rivela Paraja, che infine conclude – Nemmeno nella Serie C argentina sono così disorganizzati: qui è tutto improvvisato. Il mercato argentino chiude domani e io non credo di avere altre possibilità. C’è il Celta Vigo, ma finché sarò io il procuratore il Milan non lo lascerà andare; forse se arriva qualcun altro. Tutti sanno com’è il Milan oggi, anche un tassista“.

Consulta anche:

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO INVERNALE DI TUTTE LE 20 SQUADRE DI SERIE A 


? Pillola di Fanta

Gustavo Gomez è davvero diventato l’ultima ruota del carro nella rosa rossonera: lo era prima con Montella, e lo è adesso con Gattuso. Difensore centrale paraguaiano classe 1993, ha totalizzato una sola presenza quest’anno in Europa League: nessuna in campionato e in Coppa Italia. Col passaggio alla difesa a 4, il Milan non ha più bisogno di lui. Una sua partenza, probabilmente, farebbe comodo a tutti. LEGATO
 

Fonte foto: acmilan.com

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato