Seguici su

Il Pagellone del lunedì

Dal record di Quagliarella all'infortunio di McCarthy in Premier League: il Pagellone del Lunedì

Quagliarella-esultanza-Sampdoria-Fiorentina

Il meglio e il peggio della settimana calcistica appena trascorsa. Dal record di Quagliarella al terribile infortunio di McCarthy

Voto 10 a Fabio Quagliarella. A quasi 35 anni il raggiungimento di un altro incredibile record. Con la tripletta realizzata ieri contro la Fiorentina, Fabio Quagliarella ha raggiunto 15 reti in campionato, stabilendo il proprio primato personale in una stagione. Annata davvero incredibile quella che sta attraversando l’attaccante della Sampdoria; l’ex Udinese e Napoli sta vivendo una nuova giovinezza e a suon di reti sta trascinando i blucerchiati in Europa League. Sei reti nelle ultime 4 partite fanno del bomber campano il più in forma in quest’ultimo periodo.
Voto 9 a Juan Carlos Martin. Nel giorno del suo 30esimo compleanno il portiere spagnolo Juan Carlos Martin ha realizzato probabilmente uno dei suoi sogni più grandi. A 10 minuti dalla fine il portiere del Lugo, squadra della Segunda Division spagnola, sigla la rete del 3-1 con un rilancio da oltre 60 metri. Una magia a scavalcare e beffare il collega Diego Mariño. Il minuto è il numero 80. Il Deportivo Lugo sta per calciare una punizione in attacco vicino alla bandierina del calcio d’angolo, la palla viene dunque spazzata oltre la metà campo dalla difesa avversaria proprio verso Juan Carlos, uscito di molto oltre la sua area per raccogliere il pallone. È in quel momento che accade tutto: il numero 1 prima fa cenno ai compagni di allargarsi, dunque parte la botta, con l’urlo del pubblico incredulo che sale piano piano, fino all’esplosione. Palla proprio sotto la traversa, 3-1 e momento storico.


Voto 8 a Sergio Aguero. Il Manchester City si lascia alle spalle la sconfitta di Anfield e riparte nel segno di Aguero. All’Etihad Stadium, la squadra di Guardiola supera 3-1 il Newcastle col Kun che la sblocca di testa al 34′, sul cross di De Bruyne, mentre al 18′ del secondo tempo realizza il rigore concesso per un fallo di Manquillo su Sterling. I Magpies provano a riaprirla con Murphy, che sfrutta in contropiede una voragine sulla destra, ma a sette minuti dalla fine Aguero firma la sua tripletta personale dopo una giocata da applausi di Sane’. La squadra di Guardiola si riporta così a +12 sullo United. Per Aguero sono 16 in Premier League.
Voto 7 ai calciatori del Vicenza. Ripartire con una vittoria era quel che ci voleva per il Vicenza Calcio dopo il fallimento sancito dal Tribunale in settimana e la concessione dell’esercizio provvisorio. La vittoria allo Stadio Bonolis contro il Teramo per 2-1 è arrivata grazie a una prodezza del capitano Stefano Giacomelli. Di Bacio Terracino il gol del vantaggio per i padroni di casa, pareggio di Di Molfetta. Sabato al Menti, il derby con il Padova.
Voto 6 a Cristiano Ronaldo. Nella stagione col numero di reti realizzate in Liga più basse da quando veste la maglia del Real Madrid, Cristiano Ronaldo ieri ha siglato una doppietta contro il Deportivo La Coruna. In occasione della seconda rete accade un fuori programma. Il portoghese segna di testa ma il difensore svizzero Schar lo colpisce coi tacchetti ferendolo alla faccia. L’attaccante si è alzato con il viso insanguinato, tamponandosi il volto. Poi ha chiesto al medico il telefonino e l’ha usato nella modalità fotocamera per specchiarsi e vedere la ferita. Sui social è impazzata la caccia alle foto che Ronaldo avrebbe potuto postare.


Voto 5 a Dani Alves. Il PSG perde sul campo del Lione 2-1, facendo suonare numerosi campanelli d’allarme. La classifica non preoccupa certamente i parigini – 8 i punti di vantaggio – ma anche ieri il gruppo ha dimostrato di essere poco coeso. Neymar non convocato, Cavani troppo poco altruista alla ricerca del gol che vale il record. Poi ci si mette anche Dani Alves che rimedia un’espulsione diretta al 57′ per minacce nei confronti del direttore di gara. Cartellino decisivo perché nel finale Depay realizza la rete della vittoria.
Voto 4 alla gaffe dello Sporting Gijón. E’ un epic fail davvero clamoroso quello dello Sporting Gijon che, in tempo di calciomercato, annuncia un nuovo acquisto ma lo fa confondendo il suo nome con quelle del club di provenienza. A provocare il curioso ‘incidente’ social è stata probabilmente l’assonanza tra i due nomi dato che il giocatore in questione si chiama Abdullah Al Hamdan ed è stato acquistato in prestito dall’Al Shabab. Lo Sporting Gijon ovviamente, una volta resosi conto dell’errore, ha immediatamente rimosso il tweet imbarazzante. Troppo tardi però per evitare che la notizia iniziasse a circolare.


Voto 3 allo stadio dell’Estoril. Estoril-Porto: una tragedia solo sfiorata. Durante il match valido per la 18esima giornata del campionato portoghese, infatti, la gara è stata improvvisamente sospesa dopo 45 minuti, a causa di un’invasione di campo dei tifosi ospiti dovuta a grosse crepe comparse su una delle tribune dello stadio Antonio Coimbra da Mata. Un fatto grave, che ha provocato grande panico nei circa 2500 tifosi del Porto, accorsi nel sud del Paese per seguire la squadra e sfuggiti a un possibile crollo della struttura. Partita (interrotta sul risultato di 1-0 per l’Estoril) che è stata, poi, ovviamente rinviata a data da destinarsi: pronto, dopo la fuga dei tifosi del Porto, l’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno effettuato i primi controlli e, dopo circa tre quarti d’ora, hanno emesso un verdetto negativo sulla stabilità della tribuna ospiti.


Voto 2 al Verona. Inutile dire che Fabio Pecchia sia ormai arrivato al capolinea della sua avventura sulla panchina dell’Hellas Verona. La sconfitta rimediata ieri in casa contro il Crotone per 3-0 è davvero troppo pesante per non avere ripercussioni nell’ambiente gialloblù. Una squadra priva di idee e di gioco quella scaligera che dopo la vittoria contro il Milan di dicembre ha rimediato solamente sconfitte. La salvezza con questo passo sarà difficile da raggiungere. Da annotare la terza espulsione in questo campionato per Zuculini (Voto 3).
Voto 1 al bruttissimo infortunio di McCarthy. Pomeriggio di paura e lacrime a Liverpool dove, durante Everton-West Bromwich Albion, il centrocampista di casa James McCarthy ha subito un gravissimo infortunio. Il fattaccio è avvenuto intorno all’ora di gioco quando gli ospiti si trovavano in vantaggio grazie al goal realizzato da Rodriguez al 7′. A causare l’infortunio di McCarthy, in maniera assolutamente involontaria, è stato un calcione da dietro dell’attaccante Rondon in seguito al quale la gamba del centrocampista si è piegata in modo innaturale. Immediate nel post partita le scuse dell’attaccante venezuelano.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Il Pagellone del lunedì