Seguici su

Serie A

Sampdoria-Roma, Di Francesco: "Teniamo stretto Alisson per il futuro. Dzeko titolare"

Eusebio-Di-Francesco-Roma-Sassuolo

Alla vigilia del recupero del match tra Sampdoria e Roma, in conferenza stampa ha parlato il tecnico dei giallorossi Eusebio Di Francesco

Intervenuto in conferenza stampa, Eusebio Di Francesco ha presentato il match di domani tra Sampdoria e Roma. Match valido come recupero della terza giornata di Serie A. Il tecnico dei giallorossi, è partito parlando proprio della gara contro i blucerchiati: “Attualmente, tutti i giocatori che sono convocati, sono a disposizione per la partita contro la Sampdoria. La Samp ha dimostrato di avere un’identità ben precisa di attaccare la porta con continuità. Noi però potremo creare tante difficoltà a loro. Partita insidiosa. Tutto quello che ho attorno non mi aiuta a concentrarmi al meglio, ma faremo di tutto per giocare con intensità e con l’idea giusta di calcio come fatto a San Siro. De Rossi? Difficilmente lo recupereremo per domani“.
Si passa dunque a Dzeko, al centro del calciomercato: “Domani partirà titolare. Anche se dovremo fare delle valutazioni mentali. Ho voluto lasciarlo tranquillo almeno fino a oggi. Ci parlerò, al momento conto su di lui. Poi decideremo insieme. Sostituto? Abbiamo giocatori che possono fare la punta, ma io in questo momento devo credere che il mio titolare è Dzeko. Però potremmo pensare sia a un esterno che a una punta centrale. Il calciatore deve essere concentrato. La mentalità deve essere unica, dobbiamo voler vincere ovunque“.
La squadra sta vivendo un momento difficile: “Una squadra che ha avuto grande predominio del match, deve creare di più e finalizzarle nel tutto il corso della gara. Poi avere quel ritmo per tutta la partita è impossibile. Vorrei ricordare che in alcune occasioni il nostro portiere non è stato neanche impegnato. Ci teniamo stretto Alisson anche per il futuro, ma noi dobbiamo fare valutazioni anche fisiche e non sul singolo. Devo solo rinforzare questa squadra dal punto di vista psicologico e tirare fuori il lato professionale di tutti i calciatori. Non cerchiamo alibi. Sono situazioni da affrontare a testa alta e con personalità da parte di tutti. Non siamo in un momento ottimale, ho diverse difficoltà, soprattutto a centrocampo. Per questo potremmo anche modificare il mio assetto di gioco, perché potrei avere tanti assenti”.
Con la società buoni rapporti: “Si sceglie un percorso, se ci sono delle situazioni da limare, non posso andare a fare i conti in casa a nessuno. Uno deve affrontare le situazioni senza scappare. Poi ci sono situazioni in cui l’allenatore può mettere becco, ma questo è un dato di fatto. Io ho scelto di allenare la Roma e lo farò fino in fondo e al meglio, qualsiasi cosa succeda“.
Su Schick e Strootman: “Schick? Stiamo parlando di futuro anche se lui è il presente. Anche Defrel può giocare eventualmente di punta. Dobbiamo capire dove siamo arrivati e quello che voglio fare io. Patrick deve crescere nella determinazione. Lui deve avere più fiducia nei suoi grandi mezzi. Strootman alla De Rossi? Non è la prima volta che lo provo in quel ruolo. In allenamento è capitato spesso e l’ho provato anche in campo. Mi è piaciuto molto contro l’Inter e potrebbe essere riproposto in questo ruolo anche in futuro”.
In chiusura, sulla difesa a cinque: “Delle volte può essere utile. Noi siamo mancati, non nel sistema di gioco, ma nell’atteggiamento della squadra nell’accorciare in avanti. Noi lavoriamo molto sulla palla, un conto è accorciare, un altro è essere sempre distanti dalla palla stessa. Noi dobbiamo essere più bravi ad accorciare, spero che sia stato anche solo un calo fisico, perché c’è differenza. Poi abbiamo preso gol in una situazione in cui la difesa era più forte sui cross, purtroppo però non è andata come pensavamo. Non aver avuto neanche un centrocampista di ruolo in panchina, non mi ha permesso di continuare a giocare come avevamo fatto prima degli ultimi venti minuti. Siamo stati poco lucidi a leggere determinate situazioni“.

Consulta anche:

Scarica gratuitamente la guida all’asta di riparazione del fantacalcio 2017/18 in pdf
Tutte le notizie sulla Roma
Tutto su Sampdoria-Roma: dove vederla, probabili formazioni e statistiche

? Pillola di Fanta

Dopo la partita contro la Sampdoria, Edin Dzeko potrebbe salutare la Roma. L’attaccante bosniaco è infatti ad un passo dal Chelsea di Antonio Conte. In caso di trasferimento, oltre che per la Roma, sarebbe una grande perdita anche per molti fantallenatori. In stagione finora Dzeko ha totalizzato 12 gol e quattro assist in 27 presenze. In totale invece, da quando veste la maglia giallorossa, per lui sono arrivati 61 gol e 25 assist in 117 presenze. BOMBER

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A