Seguici su

Serie A

Sampdoria-Roma, Giampaolo: "Siamo leggeri. Schick? Equivoco tattico"

Marco-Giampaolo-Sampdoria-Juventus

Il tecnico blucerchiato presenta la sfida di domani sera al Ferraris contro i giallorossi di Di Francesco

La Sampdoria è in un buon momento di forma. Dopo la sosta, i blucerchiati hanno infatti spazzato via la Fiorentina, grazie ad un protagonista indiscusso: Fabio Quagliarella, autore di una fantastica tripletta. “Il ragazzo è uscito acciaccato domenica. Ieri ha ricevuto delle cure, ed oggi ha fatto lo stesso. Domattina decideremo, ma per la formazione sono ancora in alto mare. Tutti quelli che hanno giocato con la Fiorentina e che hanno avuto degli affaticamenti sono in stand-by” – ammette Marco Giampaolo in conferenza stampa, che poi continua sulla sua squadra – “Ho chiesto ai ragazzi di essere leggeri, ma non superficiali. Non dobbiamo pensare che in quattro giorni ci sarà un doppio confronto: fisicamente saremo alla pari. Domenica ho rivisto una squadra che lotta secondo determinati concetti: abbiamo avuto il coraggio di prendere l’iniziativa. Chiaramente, vincere ti aiuta ad essere più leggero“.
L’ex allenatore dell’Empoli parla quindi di atteggiamento. “Mi aspetto una Sampdoria che giochi con personalità e che imponga le sue idee di calcio. Dobbiamo metterci tanta intensità senza sprecare troppe energie. Sotto questo aspetto, quella di Benevento è la partita che abbiamo sbagliato di più e che ci è costata più cara. Contro la Roma serve giocare ad alta intensità mentale” – spiega Giampaolo, che si sofferma poi sui tatticismi – “Di volta in volta devo pensare alla coppia d’attacco più funzionale. Quagliarella ha già giocato con tutti e tre perché è più completo, ma a volte possono darmi di più Zapata, Caprari o Kownacki. Questo non è un problema per me, ma un vantaggio. La coppia più spuria è quella tra Zapata e Kownacki: sono i più simili per caratteristiche, e forse è sempre meglio scegliere tra uno o l’altro“.
Il tecnico della Sampdoria analizza quindi i suoi avversari. “La Roma è una squadra che lavora e che gioca un calcio europeo. Le squadre di Di Francesco si riconoscono perché giocano all’attacco: vogliono avere il pallino, difendono alto e non aspettano. Non so se ci sarà Dzeko, ma i giallorossi hanno giocatori forti in grado di sopperire alla mancanza di un top-player. Sarà senza dubbio una gara bella e tosta” – chiarisce Giampaolo, che infine conclude sul suo ex pupillo – “Schick è un giocatore molto forte, fa cose non normali. Sono certo che diventerà uno dei più grandi al mondo, perché ha tutte le caratteristiche per stare in un top club. Su di lui penso che ci sia stato un equivoco tattico. Schick non è un esterno, ma Di Francesco non può cambiare sistema di gioco per lui. Non è la squadra che deve adattarsi al singolo, ma il contrario. Comunque sono certo che a Roma prima o poi troveranno la soluzione per mettere d’accordo tutti“.

Consulta anche:

TUTTO SU SAMPDORIA-ROMA: ORARIO, PROBABILI FORMAZIONI E DOVE VEDERLA
LE PAROLE IN CONFERENZA STAMPA ALLA VIGILIA DI EUSEBIO DI FRANCESCO
SCARICA GRATUITAMENTE LA GUIDA AGGIORNATA ALL’ASTA DI RIPARAZIONE DEL FANTACALCIO 2017/2018 IN PDF

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A