Seguici su

Serie A

Serie A: Spal, Verona e Benevento da record. Nessuno peggio di loro

Gaetano-Letizia-Benevento

Da quando il campionato è a venti squadre nessuno ha fatto peggio. E il confronto con i top five tornei europei è impietoso

Se il campionato finisse oggi le tre retrocesse sarebbero Spal, Verona e Benevento. Da quando il campionato è a 20 venti squadre – dalla stagione 2004/05 – non è mai successo che tutte e le tre squadre neopromosse scendano in Serie B dopo un solo anno di militanza nel massimo campionato. La media punti tenuta finora dalla Spal 18^ in classifica, se mantenuta fino al termine del campionato, farebbe terminare gli emiliani a quota 29 punti in classifica. Ciò vorrebbe dire una quota salvezza di 30 punti: si tratterebbe della soglia più bassa di sempre nel campionato italiano a 20 squadre.
Nessuno si aspettava i fasti della stagione 2007/08, quando le tre neopromosse chiusero tutte nella parte sinistra della classifica. Ma lì si trattava di Juventus, Napoli e Genoa, un caso a parte. All’estremo opposto sembrava difficile fare peggio rispetto alla stagione 2015/16. In quel caso a salire in Serie A furono Carpi, Frosinone e Bologna. Gli unici a salvarsi furono i felsinei, mentre gli emiliani e i laziali – pur combattendo fino all’ultimo – furono costrette a salutare la massima categoria. Oltre a questi due casi, va ricordata la stagione 2006/07, quando si salvarono tutte e tre le squadre salite dalla serie cadetta: Atalanta, Catania e Torino.
Escludendo le tre annate menzionate sopra, da quando il campionato è a 20 squadre a salvarsi sono state sempre due delle tre neopromosse. Volendo considerare anche le stagioni a 18 squadre, bisogna tornare al 2000/01 per trovare un campionato in cui due squadre su tre sono tornate in serie cadetta dopo un solo anno: in quel caso i club in questione furono Napoli e Vicenza. Ecco perché un’eventuale retrocessione contemporanea di Benevento, Verona e Spal sarebbe quanto meno rumorosa.
Le tre neopromosse 2017/18 rischiano così di scrivere una pagina storica per il calcio italiano. La situazione è ancora più preoccupante, se guardiamo i risultati che arrivano dal resto dell’Europa. Negli altri quattro campionati principali – Premier League, La Liga, Ligue 1 e Bundesliga – nessuna delle neopromosse sarebbe al momento retrocessa, e tutte hanno una media punti decisamente migliore rispetto alla squadra più avanti delle italiane, ossia la Spal.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A