Seguici su

Serie A

Atalanta, Marino: "Marotta il mio maestro, i giovani ci stanno dando tanto"

Esultanza-gol-Atalanta

Il direttore generale dell’Atalanta, Umberto Marino, si racconta: dal progetto dei nerazzurri basato sulla valorizzazione dei giovani alla propria carriera con Beppe Marotta, attuale dg bianconero, come mentore

Alla vigilia del match di Europa League tra Borussia Dortmund e Atalanta, il direttore generale dei bergamaschi, Umberto Marino, ha parlato, in un’intervista rilasciata a Tuttosport, della sua avventura in nerazzurro: “Da quando la famiglia Percassi ha acquistato la società credo sia migliorato tutto. Il loro è stato un piano davvero ambizioso che sta iniziando a dare frutti. Sono una proprietà all’antica: una stretta di mano e la parola valgono più di una firma sul contratto“.
Il progetto atalantino si basa soprattutto sulla valorizzazione dei giovani: “Sono la nostra risorsa principale: ragazzi come Gagliardini, Caldara, Kessié, Conti e Spinazzola ci hanno dato tanto sotto tanti aspetti. È il lavoro di Zigonia che permette all’Atalanta di restare ad alti livelli. Ma i giovani sono anche il nostro futuro: il presidente, da 8 anni a questa parte, ha dato il via ad una bella iniziativa:ogni bambino che nasce in ospedale nella provincia di Bergamo riceve una maglietta dell’Atalanta“.
 
Sull’avventura europea della squadra: “Un’esperienza fantastica e non solo per i giocatori ma per tutti noi anche se siamo costretti a disputare le gare in casa sempre in trasferta, a Reggio Emilia. Però ci teniamo a ringraziare i dirigenti del Sassuolo per la loro disponibilità“.
Infine non poteva mancare un ringraziamento per Beppe Marotta, quello che lui considera come il suo mentore: “Gli devo tutto, mi ha insegnato il mestiere. Dalle basi di questo lavoro alla professionalità, soprattutto l’onestà intellettuale“.
 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A