Seguici su

Serie A

Juventus, Howedes: "Allegri è un tecnico fantastico. Felice di essere tornato, vicino al top della forma"

Howedes-Juventus

In vista del ritono dal lungo infortunio, ha parlato il difensore della Juventus Benedikt Howedes

Dopo la rottura della fibra muscolare, che ha costretto Howedes a saltare molte gare, il difesore tedesco sembra essere recuperato. Nel derby della mole contro il Torino, vinto dalla Juventus per 1-0, Howedes è tornato in panchina e adesso è pronto per dare il suo contributo anche dentro il campo. In vista della gara contro l’Atalanta, il tedesco ha parlato ai microfoni di Juventus Tv: “Mi sento piuttosto bene, dopo più di due mesi e mezzo senza giocare. Sono felice di essere tornato con la squadra e penso di essere in buona forma, mi sono allenato in gruppo per oltre una settimana e mi sento vicino alla migliore forma“.
L’Italia è un bel paese, l’italiano una lingua musicale: “Amo Torino, è vicina alle montagne e puoi sempre assistere a magnifiche vedute. Il sole splende quasi sempre e anche questo è meraviglioso, diverso dalla mia città natale. Mi piace lo stile di vita in Italia. Per quanto riguarda il calcio, penso che qui sia più difficile. La Serie A è un campionato duro. I compagni che parlano il tedesco mi hanno aiutato molto nei primi mesi qui, soprattutto ad inserirmi più velocemente nella Juve. Parliamo di tutto, di calcio, di tempo libero, ci diamo consigli sui posti dove mangiare. Serve tempo per imparare a parlare bene l’italiano, ma suona un po’ come la musica, è una lingua molto bella“.
L’esordio è stato una festa, sul ruolo invece nessuna preferenza: “L’esordio contro il Crotone è stato un bel giorno, abbiamo vinto 3-0. I tifosi erano felici e anche per me è stata una bella sensazione, giocare davanti a questa grande tifoseria e in questo stadio fantastico. Penso di aver fatto un buon esordio con la maglia della Juve, spero di giocare così ancora. La mia posizione in campo? Non credo che cambi molto giocare nella linea difensiva a tre o in quella a quattro. Posso giocare anche a destra“.
Adesso testa all’Atalanta: “I due giorni di riposo sono stati utili, a volte serve recuperare le energie, avere del tempo libero e stare un po’ con le famiglie. Per tutti è stato necessario anche per mantenere alta l’attenzione in vista delle due partite contro l’Atalanta“.
Nonostante i pochi allenamenti fatti con Allegri, per Howedes il toscano è un ottimo tecnico: “Non ho avuto molte occasioni di lavorare con lui in allenamento, a causa degli infortuni. Ma lo considero un’ottima persona e un allenatore che ha raggiunto molti successi nelle ultime stagioni con la Juve, comprese due finali di Champions. È un tecnico fantastico“.
Juve-Napoli potrebbe essere decisiva per lo scudetto, che è uno degli obiettivi stagionali dei bianconeri: “Scontro diretto decisivo? Sì, sono d’accordo. Il Napoli ha disputato una stagione fantastica fin qui, e la partita contro di loro sarà la più importante nella fase finale della stagione. L’inizio è stato abbastanza deludente per me, arrivato qui per giocare il più possibile, trovarmi vittima di un infortunio dietro l’altro. Ma lo staff mi ha aiutato un sacco ad inserirmi nel mondo Juventus e questo è stato utilissimo per me. Adesso lavoriamo tutti insieme per raggiungere altri successi e vincere il campionato“.

? Pillola di Fanta

Per Howedes finora sono arrivati solo 68′ con la maglia della Juventus. Il difensore tedesco è stato infatti vittima di una serie di infortuni che lo hanno tenuto fuori dal campo a lungo. Adesso sembra essere pronto al rientro, per aiutare i bianconeri in questo intenso finale di stagione. RIPRESA

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A