Seguici su

Europa League

Arsenal-Milan, Calhanoglu furioso: "Il migliore in campo è stato l'arbitro"

Hakan-Calhanoglu-Milan

Con il suo bellissimo gol Calhanoglu era riuscito a portare il Milan sullo 0-1. Ma il rigore più che generoso concesso ai Gunners ha di fatto cambiato le sorti del match mandando su tutte le furie il calciatore rossonero

Non è bastato il gran gol dalla distanza di Calhanoglu per qualificare il Milan ai quarti di finale di Europa League. Le speranze sono svanite quasi subito, con il rigore concesso dal giudice di porta per un fallo inesistente di Rodriguez su Welbeck. Il centrocampista turco al termine della partita ha parlato così ai microfoni di Milan TV: “Abbiamo fatto una bella partita e non era facile in uno stadio come l’Emirates. Eravamo riusciti ad andare in vantaggio e poi ci hanno fischiato contro un rigore assurdo. Io all’andata non mi sono lasciato cadere. In Europa League una cosa simile non è normale. Rodriguez non ha neanche sfiorato Welbeck, l’episodio ha cambiato la partita”.
Poi, il turco si sposta sulla prestazione della squadra: “Ci teniamo la prestazione, dopo l’1-1 abbiamo reagito bene. Non ci siamo dati per vinti e abbiamo avuto delle occasioni per tornare avanti, ma il calcio è così. Il migliore in campo è stato l’arbitro, non me lo scorderò mai. Sono contento per il gol, posso segnare reti come queste e spero di realizzarne altri di simili anche in campionato. Dobbiamo continuare su questa strada. Ora l’importante è non abbattersi perché possiamo ancora qualificarci alla Champions League. Domenica ci aspetta una partita importante contro il Chievo e vogliamo portare a casa l’intera posta in palio”.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Europa League