Seguici su

Serie A

Cagliari-Lazio 2-2: Immobile di tacco riacciuffa gli isolani allo scadere

cagliari-lazio striscione astori

La giocata del centravanti nega al Cagliari il successo a pochi secondi dalla fine. A segno Pavoletti e Barella, autogol di Ceppitelli

Si gioca in un clima appesantito dall’ultimo saluto a Davide Astori, vecchia bandiera del Cagliari, e l’ombra del doping che ha coinvolto Joao Pedro – sospeso – e de Vrij – convocato dalla procura. Tra Cagliari e Lazio finisce 2-2 con Ciro Immobile che acciuffa il pari con un colpo di tacco allo scadere.
Il Cagliari è ben messo in campo e cerca di tenere i ritmi bassi. La Lazio fatica ad accendersi al di là di una conclusione da fuori di Luis Alberto, che finisce a lato. Al 25′ gli isolani legittimano la buona prova con il gol del vantaggio. Miangue si beve un disattento Basta sulla sinistra, crossa al centro e Han incorna: Strakosha è bravissimo ad opporsi, ma il pallone colpisce la traversa e finisce sulla testa di Pavoletti. Il centravanti stava già esultando, ma è lesto a trovare la coordinazione e beffare il portiere biancoceleste. Pochi minuti dopo Immobile in area si infila tra Barella e Ceppitelli e finisce a terra: per l’arbitro non c’è rigore, anzi: il centravanti viene ammonito per aver invocato l’intervento del Var. Lo svantaggio fa bene alla Lazio che si desta e sfiora il pari con Radu: il difensore cicca a pochi metri da Cragno. Ma il pareggio arriva poco dopo: punizione di Luis Alberto da posizione laterale, cross per Leiva e Ceppitelli, nel tentativo di anticiparlo, spedisce il pallone in rete. Si va al riposo sull’1-1.
La ripresa parte a ritmo ancor più lento della prima frazione. Inzaghi vuole vincerla e pesca dalla panchina tutto il talento di cui dispone. Dentro Milinkovic-Savic e Felipe Anderson per Parolo e Lukaku. Ma l’episodio è pro Cagliari. Al 69′ Basta compie un pericolosissimo retropassaggio di testa diretto a metà tra Luiz Felipe e Strakosha: si inserisce Pavoletti e il centrale biancoceleste si disinteressa del pallone e va a chiudere diretto sull’uomo. Guida inizialmente fa proseguire, poi va a visualizzare le immagini del Var: passano quasi 5′ ed è rigore: perfetta l’esecuzione di Barella per il 2-1.
La Lazio butta nella mischia anche Nani per de Vrij diventando iperoffensiva. Ma l’occasionissima per il portoghese viene cestinata con un esterno a lato al 93′. Mancano una manciata di secondi e Felipe Anderson butta il pallone in mezzo: Immobile si coordina con il tacco e la traiettoria beffa Cragno, rimasto qualche metro lontano dalla linea di porta: è 2-2, pari e patta e gli applausi al fischio finale sono ancora per Astori.

Cagliari-Lazio 2-2 – il tabellino

Cagliari (3-5-2): Cragno; Romagna, Ceppitelli, Castan; Faragò, Barella (90′ Dessena), Ionita (67′ Deiola), Padoin, Miangue; Han (80′ Farias), Pavoletti. All. Diego Lopez
Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij (76′ Nani), Radu; Basta, Parolo (64′ Felipe Anderson), Leiva, Lulic, Lukaku (64′ Milinkovic-Savic); Luis Alberto; Immobile. All. Inzaghi
MARCATORI: Pavoletti al 25′, Ceppitelli (autogol) al 35′, Barella (rig.) al 74′, Immobile al 90+5′
AMMONITI: Immobile (L), Lulic (L), Leiva (L), Ionita (C), Deiola (C), Radu (L)
ESPULSI: –
ASSIST: Felipe Anderson

? Pillola di Fanta

Sulla punizione di Luis Alberto, a colpire in maniera decisiva il pallone per l’1-1 è stato il difensore cagliaritano Ceppitelli, impegnato nella marcatura su Lucas Leiva. Il centrale era incappato in uno sfortunato episodio analogo il 21 settembre 2016 in uno Juventus-Cagliari 4-0. Ceppitelli aveva beffato il proprio portiere e i propri fantallenatori nella circostanza del quarto gol bianconero. MALUS MA NON MALISSIMO


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A