Seguici su

Fantacalcio

Fantacalcio: tutte le sorprese della 28^ giornata di Serie A

ANDRE-SILVA-MILAN

La 28^ giornata di Serie A ha regalato la prima rete ad André Silva nel nostro campionato. Segno del destino la rete di Vitor Hugo, ma non solo

Un’altra giornata di Serie A si è conclusa e a 10 turni dal termine le sorprese non continuano a mancare. Il Crotone ha travolto la Sampdoria per 4-1, trovando 3 punti fondamentali per la corsa alla salvezza: stesso discorso per il Verona che vince nel derby scaligero. Con la vittoria sul Torino, la Roma consolida il terzo posto; la Lazio pareggia all’ultimo minuto a Cagliari col solito Immobile. Una doppietta di Dybala stende l’Udinese, mentre il Napoli impatta sull’Inter e perde ufficialmente il primato della classifica. Pareggio tra Sassuolo e Spal, mentre la Fiorentina vince sul Benevento ricordando Astori. Infine, il Milan espugna Marassi grazie al primo gol in Serie A di André Silva al 94′.
Il numero 9 rossonero è chiaramente la sorpresa numero 1 di questa giornata, ma ce ne sono state anche altre molto piacevoli:

  • André Silva (Milan): tra i tifosi rossoneri impazza l’hashtag #AS9, per il gol arrivato all’ultimo momento contro il Genoa. A meno di 10 secondi dal termine il solito Suso, ha crossato dalla destra al centro dell’area; qui ha trovato il portoghese che, lasciato libero dalla difesa rossoblu, ha deviato in rete con un eccellente colpo di testa. L’incolpevole Perin ha fatto il possibile, ma non è servito a evitare la sconfitta per il Genoa. Primo gol in Serie A dell’ex Porto dopo ben 28 giornate e dopo aver perso posti nelle gerarchie rossonere ai danni di Kalinic e Cutrone. Ricordiamo, però, che André Silva ha anche segnato 6 gol in Europa League, contribuendo a portare la squadra ai sedicesimi.
  • Vitor Hugo (Fiorentina): il gol che non ti aspetti, il gol delle coincidenze, il gol in onore di Davide Astori. Pioli ha scelto Vitor Hugo come sostituto del capitano scomparso 8 giorni fa, il destino ha dato il suo contributo. C’è chi lo chiama così, chi semplicemente vuole pensare che sia stato proprio Astori ad aiutare il numero 31 viola a saltare e insaccare in rete, come ha detto Benassi. Numero 31 appunto, il contrario del 13 che indossava Astori, che ha segnato alle 13 precise. Tante coincidenze o forse ha ragione Benassi: di sicuro i pensieri continuano ad andare a Davide.
  • Antonio Caracciolo (Verona): non poteva mancare colui che ha risolto il derby scaligero. Al 52′ Daniele Verde, dopo un angolo ribattuto, crossa rasoterra sperando in una deviazione in rete, che arriva e porta la firma proprio di Antonio Caracciolo. Il numero 12 sigla così il secondo personale gol in campionato e regala tre punti fondamentali alla banda di Pecchia. Questo è proprio il caso in cui si può dire che il miglior attacco è la difesa.
  • Daniele De Rossi (Roma): la primissima sorpresa di giornata arriva dall’Olimpico di Roma. Al 73′ i giallorossi erano in vantaggio di una rete, ma per niente sicuri della vittoria. A mettere un serio sigillo sui 3 punti ci ha pensato il capitano che ha trafitto Sirigu da centravanti puro, su assist di Nainggolan. Esultanza contenuta, perché il primo gol stagionale arriva proprio nella prima partita successiva alla scomparsa dell’amico Astori: un preludio, probabilmente, alla rete di Vitor Hugo.

Una piccola menzione la meritano, però, anche Marcello Trotta e Emiliano Viviano, protagonisti di Crotone-Sampdoria. Non li inseriamo tra le sorprese di giornata, poiché sono stati protagonisti sia in positivo che in negativo: l’attaccante rossoblu ha segnato una doppietta importante nel giorno dell’assenza di Budimir, ma ha anche sbagliato un rigore, parato proprio dal portiere doriano. Il portiere doriano ha parato l’ennesimo rigore stagionale – come lui nessuno in Europa al momento – ma ha anche subito ben 4 reti, di cui una è stata una goffa autorete.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Fantacalcio