Seguici su

Serie A

Fiorentina, il pm di Udine dopo l'autopsia di Astori: "Morto per cause naturali"

Davide-Astori-Fiorentina-Udinese

Il procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo, ha spiegato le cause della morte del difensore della Fiorentina Davide Astori

Dopo che domenica mattina il difensore e capitano della Fiorentina Davide Astori è stato trovato morto nella sua stanza di hotel, il suo corpo è stato sottoposto ad autopsia. I primi risultati arrivati dall’autopsia, svolta dai medici Gaetano Thiene e Carlo Moreschi, hanno confermato la morte per cause naturali.
Proprio dei primi risultati ha parlato il procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo, intervenuto ai microfoni di ‘La vita in diretta‘: “In base alle evidenze dell’esame autoptico effettuato in data 6 marzo 2018 sul cadavere di Astori Davide Giacomo, in riferimento alla causa di morte, la si può indicare come causa di morte cardiaca, senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica, con spiccata congestione poliviscerale ed edema polmonare. Per la diagnosi definitiva sono necessari approfonditi esami istologici. Dalle prime rilevazioni non sembrerebbe trattarsi di cause esterne diverse da quelle di una morte naturale, però prudenzialmente i nostri consulenti dicono che dovranno attendere l’esito degli esami istologici per pronunciarsi definitivamente. Hanno chiesto 60 giorni di tempo per depositare il loro elaborato. E da quel momento avremo un quadro completo“.

Fonte foto:twitter.com/acffiorentina


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi

Classifica Serie A

Risultati Serie A

Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A