Seguici su

Champions League

Manchester United-Siviglia 1-2: clamoroso ad Old Trafford, trionfa Montella con un super Ben Yedder

manchester united-Siviglia

Impresa dei ragazzi di Montella che sconfiggono ad Old Trafford i red devils di Mourinho: man of the match il francese Ben Yedder

È, finora, la grande sorpresa degli ottavi di finale. Il Siviglia elimina clamorosamente il Manchester United, vincendo a domicilio per 1-2. Grande protagonista del match il subentrato Ben Yedder, che in sei minuti mette a segno due reti. Flop dunque per Mourinho, mentre può finalmente sorridere Montella: dopo i cattivi risultati in Liga arriva un’insperata qualificazione ai quarti di finale di Champions.
La prima occasione del match arriva dopo due minuti e capita sui piedi di Lukaku. Il belga duetta con Lingard e tenta la conclusione: palla alta. La formazione di Montella tiene molto bene il campo, senza alcun genere di timore reverenziale, e con un colpo di testa di Correa – al decimo minuto – spaventa i tifosi dell’Old Trafford. Cinque minuti dopo occasione per Muriel, dopo assist di Vazquez: la conclusione del colombiano finisce fuori. 120 secondi ed è Vazquez a provarci, senza però inquadrare lo specchio. La squadra spagnola fa la partita e al minuto 27 è ancora l’attaccante colombiano ex Sampdoria ad avere una buona occasione su assist di Sarabia. La partita vive poi un momento di stanca, con il Siviglia che recupera le forze e lo United che prova a ribattere alle sortite avversarie. Al 38° occasione per Fellaini che dialoga con Sanchez e poi prova il tiro: Rico respinge. Non succede nient’altro fino all’intervallo. Le squadre vanno negli spogliatoi dopo un primo tempo davvero deludente per gli 11 di Mourinho.
Il secondo tempo si apre con una grande occasione per i ragazzi di Montella. Buco interno nella difesa dei red devils: si inserisce Correa, ma l’argentino è troppo lento e si fa recuperare da Bailly. Al 52° diagonale di Lingard, ma sulla sua strada c’è un grande Rico. All’ora di gioco entra Pogba al posto di Fellaini. Cresce lo United: Lukaku si gira in area, ma il suo tiro viene respinto da Lenglet. Al 72° entra in campo Ben Yedder al posto di Muriel: un momento che si rivelerà decisivo. Il francese ci mette infatti solamente due minuti a sbloccare la gara: conclusione dal limite dell’area che finisce all’angolino. Mourinho effettua un doppio cambio: dentro Martial e Mata, fuori Valencia e Lingard. Ma è ancora Ben Yedder a colpire, al minuto 78: dagli sviluppi di calcio d’angolo De Gea sbaglia l’uscita, l’attaccante francese anticipa Young e raddoppia. L’uno-due stordisce lo United, che rischia di capitolare la terza volta con Lenglet. Poi però si sveglia Lukaku: prima fallisce una grande occasione, poi all’85° accorcia le distanze con una girata da centravanti vero. Il tempo però è poco e non sufficiente: ci prova Rashford al minuto 88, ma il suo colpo di testa finisce fuori. Prima del termine Ben Yedder sfiora addirittura la tripletta, ma De Gea salva. Finisce così: Manchester United-Siviglia 1-2. Risultato clamoroso, che incorona gli spagnoli a vera mina vagante di questa Champions League.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Champions League