Seguici su

Calciomercato

Milan, alla scoperta di Julian Brandt: il tedesco che ha stregato Mirabelli

Julian-Brandt

Il direttore sportivo rossonero sarà presente a Berlino per Germania-Brasile: osserverà da vicino il classe ’96 del Bayer Leverkusen Julian Brandt

Il direttore sportivo rossonero Massimiliano Mirabelli sta già lavorando per la prossima stagione. Obiettivo, esattamente come fatto la scorsa estate, è quello di portarsi più avanti possibile con il lavoro intavolando già in questi mesi le trattative di mercato. La pista più calda, dopo gli arrivi certi a parametro zero di Strinic e Reina, sembra essere quella porta a Leverkusen, dove Julian Brandt ha letteralmente stregato il dirigente del Milan. Mirabelli sarà infatti a Berlino martedì sera per assistere a Germania-Brasile, dove osserverà da vicino il talento tedesco.
Si tratta di un calciatore davvero molto giovane e considerato in Germania uno dei più talentuosi della nuova generazione tedesca. Classe 1996, cresciuto nelle giovanili del Wolfsburg, Brandt passa nel 2014 al Bayer Leverkusen dove si consacra nel calcio che conta. Con le Aspirine ha infatti totalizzato fino ad ora 164 presenze, andando a segno 29 volte e realizzando 33 assist. Decisamente bene sta andando in questo campionato dove ha segnato 6 reti e 4 assist. Numeri che non possono certamente passare inosservati, soprattutto ad un occhio vigile come quello di Mirabelli, appassionato di calcio tedesco.
Le società nutrono di buoni rapporti soprattutto dopo la trattativa che ha portato a Milano Calhanoglu la scorsa estate. Brandt è tatticamente parlando molto duttile e funzionale; può svolgere qualsiasi ruolo del tridente offensivo e all’occorrenza anche arretrato a trequartista. La sua posizione più congeniale, tuttavia, è quella di ala sinistra, da dove ama rientrare e calciare col suo destro.

? Pillola di Fanta

Julian Brandt è esploso durante la stagione 2015/16, quando ha segnato 9 reti, trascinando le Aspirine in Champions League. Ma lo scorso anno è migliorato sotto un altro aspetto: la generosità. Ben 11 assist sono stati dispensati dai suoi piedi, facendo di lui il quinto miglior assist-man della Bundesliga, alla pari con nomi del calibro di Ribéry e Robben. TALENTO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato