Seguici su

Serie A

Roma, Monchi: "Champions? Il Barcellona è favorito. Alisson vogliamo tenerlo con noi"

Monchi-DS-Roma

In occasione della sosta Nazionali, il direttore generale della Roma Monchi ha fatto un po' il punto sui giallorossi parlando di molti argomenti: dalla Champions ad Under, passando per il futuro di Alisson

È un Monchi a 360° quello intervistato dagli spagnoli di radio Esporte Cope. Il direttore generale della Roma ha infatti parlando di molti argomenti: dalla doppia sfida contro il Barcellona in Champions a Cengiz Under, passando anche per il futuro del gioiellino Alisson. Alisson che, grazie alla grandissima stagione che sta disputando, ha attirato l'attenzione dei top club: “È titolare nella nazionale brasiliana, ha avuto progressi enormi in questa stagione e ha dato il suo contributo alla crescita della squadra. Viste le più di 10 partite chiuse a porta imbattuta in campionato e le parate decisive in Champions. Ha soli 26 anni, ha margini di miglioramento e dà sicurezza alla squadra, siamo molto felici del suo rendimento. Offerte? Nessuna ad oggi. Circolano molte voci al riguardo, ogni giorno, ma non ci sono arrivate offerte. Vogliamo tenerlo con noi“.
Nella doppia sfida contro il Barcellona valida per i quarti di finale di Champions, i favoriti sono i blaugrana: “Inizialmente ho pensato che siamo stati sfortunati, però è passata presto. Subito dopo mi sono concentrato sulla partita, dobbiamo pensare al miglior modo per preparare la doppia sfida. Dobbiamo provare a fare qualcosa ed è difficile, in pochi ci credono, però tutto passa tutto in pochi secondi, subito dopo il sorteggio si pensa già al futuro. Ovviamente è favorito il Barcellona anche per me, penso solo che l’etichetta di favorito non implichi automaticamente che hanno già in mano il passaggio del turno. Significa che hanno maggiori possibilità perché hanno giocatori più forti, una storia più grande e una maggiore abitudine a giocare certe partite. Non so che percentuali dare di passaggio del turno, se 80-20 o 70-30. Essere tra le 8 d’Europa ti permette di sognare“.
In chiusura, su Under e il paragone con Leo Messi: “Non penso che sia un giusto termine di paragone, sarebbe una pressione troppo grande. Ha 20 anni, arriva dalla Turchia e da un lungo periodo di adattamento, poco a poco si sta rivelando un giocatore importante per noi. In un momento difficile per la squadra, i suoi gol sono stati fondamentali. È un ragazzo giovane, deve crescere e gestire i momenti, le emozioni e la pressione a poco a poco. Deve ancora maturare per assumere quel ruolo di leader che hanno De Rossi, Nainggolan, Strootman, Dzeko, Manolas, Alisson e Kolarov, giocatori più maturi“.

Consulta anche

Champions League, tutto sul Barcellona: prossimo avversario della Roma

? Pillola di Fanta

Dopo un periodo di adattamento, Cengiz Under è uscito fuori alla grande. Il Turco sta ormai trovando sempre più spazio nelle gerarchie di Di Francesco e spesso ha anche trovato una maglia da titolare. Maglia da titolare giustificata dal rendimento in campo, con sei gol e un assist in 24 presenze complessive. TALENTO


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A