Seguici su

Champions League

Roma-Shakhtar Donetsk, LIVE da Trigoria: segui la conferenza stampa di Di Francesco

Domani la Roma si gioca una grande chance per passare ai quarti di Champions League. Di seguito le parole di mister Di Francesco in conferenza stampa

Eusebio Di Francesco si appresta ad affrontare la partita della vita per se stesso e per la Roma: i giallorossi potrebbero approdare ai quarti per la quarta volta nella loro storia. Una Roma molto concentrata e che ha bisogno di continuità, il must di Di Francesco.
Su Dzeko, tornato alla grande: “L’ho visto meglio con la squadra. Tutti abbiamo un unico obiettivo e ci passiamo attraverso un lavoro di squadra, sapendo che abbiamo un centravanti che può fare gol straordinari e che, come all’andata, può mandare in gol anche i compagni“.
Su una Roma dal doppio volto: “Non possiamo scendere in campo col pensiero di giocare solo 45′. In tante gare non abbiamo avuto continuità. Mi auguro che tutto ciò che abbiamo passato, ci faccia capire che non possiamo sbagliare. Arrivare a 75′ minuti fatti bene, significa portare a casa un risultato importante, ma non ci possiamo accontentare di fare solo un tempo“.
Su ciò che non è andato in Ucraina: “Ciò che ho detto prima: voglio grande continuità e l’intelligenza di una buona prestazione. In difesa all’andata abbiamo commesso troppi errori individuali e di reparto. Domani non ce lo possiamo permettere“.
Sulla mancanza di dinamicità rispetto agli attaccanti dello Shakhtar: “Dobbiamo comunque avere il desiderio di andare a far male agli avversari. Non possiamo gestirla, ma dobbiamo cercare di andare a vincere. Oltretutto, questa squadra ha un pensiero unico: cercare di andare a dominare le partite. Loro hanno dinamicità e palleggio, ma possiamo comunque impensierirli e dovremo dire la nostra“.
E’ la partita più importante della stagione: “Sì, per tutti noi è importantissima, ma trarre pregiudizi sulla stagione è prematuro. E’ importante per ridare slancio all’ambiente, ma considerarla in ottica campionato è prematuro. La Roma non è abituata ad arrivare a questi livelli, mi auguro di poterci riuscire. Chiedo anche il supporto dei tifosi, augurandomi possa essere il dodicesimo uomo in campo“.
Sulla mancanza di tifosi allo stadio: “E’ tutto cambiato nel mondo del calcio, ma non solo l’apporto dei tifosi: è cambiato il mondo, con le TV, i social, ecc. Dobbiamo essere bravi noi ad avvicinare le persone allo stadio. E’ una questione di cultura generale non tanto legata alla partita di domani, ma quanto alla totalità del calcio. Io domani voglio la qualità dei tifosi allo stadio, non tanto la quantità: sbagliamo un passaggio? Vorrei comunque applausi da parte dei nostri tifosi“.
Sulla possibilità dei rigori: “Ovviamente ci siamo preparati anche ai rigori e ci prepareremo anche oggi“.
Partita importante per la Roma, ma anche per Di Francesco stesso: “Non mi paragono ad altri allenatori, io nemmeno ci pensavo. Ho questo forte desiderio di portare la squadra ai quarti, per poter fare ancora meglio. Credo che sia una grande chance, sia per me sia per tutta la squadra; io comunque penso poco a me stesso, penso molto più alla squadra in questo senso“.
Sulla Roma vista a Napoli: “Se fossimo quelli del San Paolo, saremmo già a buon punto, magari con maggiore qualità in fase di proposizione di gioco. Lo Shakhtar non è aggressivo come il Napoli, sotto questo punto di vista differiscono le due squadre“.

Consulta anche:

Tutto su Roma-Shakhtar Donetsk: orario, probabili formazioni e dove vederla in TV

? Pillola di Fanta

Contro il Torino è voluto esserci a tutti i costi, per giocare in memoria di Astori. Daniele De Rossi è stato ben ripagato, avendo segnato il secondo gol, quello del definitivo sigillo sulla partita. Rete da centravanti puro, su assist di Nainggolan che con Astori aveva condiviso ben 4 anni, tra Cagliari e Roma appunto. Contro lo Shakhtar ci saranno entrambi. SICUREZZE


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Champions League