Seguici su

Serie A

Benevento-Juventus 2-4: tripletta Dybala, non basta Diabaté

esultanza-gol-Paulo-Dybala-Juventus-Spal

I bianconeri soffrono ma la spuntano. Due rigori calciati da Dybala, perla di Douglas Costa nel finale. Doppietta di Diabaté per il Benevento

Rigori, var, paura e Dybala. L’antipasto della 31^ giornata di Serie A regala alla Juventus la vittoria per 4-2 – non senza soffrire – sul Benevento al Ciro Vigorito. Squadra di casa in grado di raggiungere i campioni d’Italia due volte, sull’1-1 e sul 2-2, con due reti di Diabate.
La Juventus parte alta, ma non riesce a trovare sbocchi. Così il primo vero tiro verso la porta è del Benevento al 15′: Sagna spara da fuori, ma la palla finisce alta. Un minuto più tardi però i bianconeri passano: Alex Sandro cambia lato all’improvviso andando da Cuadrado, l’esterno tocca per Dybala che ha troppo spazio per uno con quel piede. Mancino a giro delizioso e palla all’incrocio: Juve avanti. Il Benevento coriaceo di questo ultimo periodo però non molla. Al 24′ botta da fuori di Djuricic, Szczesny respinge, Guilherme rimette al centro e Diabaté, da due passi, trova il pari. Nella seconda metà di primo tempo entra in campo il Var. Prima un gol annullato a Mandzukic, che da terra si aggiusta il pallone col braccio, poi un rigore assegnato a Pjanic, atterrato in area. Siamo nel recupero e sul dischetto va Dybala: 1-2 e 19° centro stagionale per la Joya, che eguaglia il proprio primato in Serie A.
Diabaté è un cliente difficile per la difesa bianconera, che ne soffre la fisicità. Così al 51′ Benatia lo perde su angolo di Viola e il centravanti fa valere i suoi 194 cm: palla all’angolo e Benevento che raggiunge nuovamente il pari. Per il centravanti è la seconda doppietta consecutiva dopo quella al Verona. Allegri, incredulo, toglie Cuadrado e Marchisio per Douglas Costa e Higuain, disegnando una Juve iperoffensiva. De Zerbi richiama in panchina l’eroe del pomeriggio Diabaté e inserisce Iemmello. Proprio da una giocata del Pipita arriva al 74′ il secondo rigore, assegnato per fallo di Viola su Higuain e realizzato da Dybala. Nel finale perla in contropiede di Douglas Costa: mancino da fuori dritto all’incrocio.
Tra Var, rigori, polemiche e qualche errore, la Juventus scappa via e mette ulteriore pressione sul Napoli, in attesa del ritorno a Madrid. Dove però, Paulo Dybala non ci sarà.

Benevento-Juventus 2-4  – il tabellino

Benevento (4-3-3): Puggioni; Sagna, Djimsiti, Tosca, Venuti; Viola, Sandro (81′ Del Pinto), Djuricic; Guilherme, Diabaté (69′ Iemmello), Brignola (62′ Cataldi). All. De Zerbi
Juventus (4-3-3): Szczesny; Lichtsteiner; Benatia, Rugani, Alex Sandro; Marchisio (63′ Higuain), Pjanic, Matuidi; Cuadrado (58′ Douglas Costa), Mandzukic (78′ Khedira), Dybala. All. Allegri
MARCATORI: Dybala (J) al 16′, Diabaté (B) al 24′, Dybala (J) al 45’+2 (rig.), Diabaté (B) al 51′, Dybala (J) al 74′ (rig.), Douglas Costa (J) all’82’
AMMONITI: Mandzukic (J)
ESPULSI: –
ASSIST: Cuadrado (J), Guilherme (J), Viola (B)
LE PAGELLE DI BENEVENTO-JUVENTUS

? Pillola di Fanta

Con i tre gol di stasera, Paulo Dybala ha raggiunto per la prima volta in carriera i 20 gol in una stagione di Serie A. Per lui questa è la terza tripletta quest’anno, dopo quelle segnate a Sassuolo e Genoa. TRIPLA JOYA

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A