Seguici su

Champions League

Champions League, tutto su Juventus-Real Madrid: orario, probabili formazioni e dove vederla

mandzukic, gol, juventus, real madrid, video, finale, champions league, cardiff

Tutto quello che c’è da sapere sull’andata dei quarti di finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid: precedenti, statistiche e come arrivano le squadre

Quarti di finale di Champions League dall’altissimo tasso tecnico quello che vedrà opposti martedì sera i campioni d’Italia contro i campioni di Spagna e d’Europa in carica. Juventus-Real Madrid in questi ultimi anni è diventata quasi una classica del calcio europeo e le motivazioni da entrambe le parti non mancano. I bianconeri vogliono assolutamente cancellare e dimenticare la finale persa a Cardiff lo scorso anno proprio contro i Blancos, mentre la squadra di Zidane è rimasta in corsa solo per la coppa dalle grandi orecchie.

Come arriva la Juventus

Beh, come arriva la squadra di Allegri è sotto gli occhi di tutti. I risultati parlano da soli. I bianconeri non perdono dalla gara del 19 novembre contro la Sampdoria: da quel momento 25 partite ufficiali, di cui 21 vittorie e solamente 4 pareggi. Barcellona, Inter, Tottenham e Spal sono state le uniche squadre in grado di fermare la corazzata di Allegri. Il successo contro il Milan ha consentito alla Juventus di allungare sul Napoli, ora distante 4 lunghezze. I pensieri al campionato, per un attimo, possono giustamente essere messi da parte.

Come arriva il Real Madrid

Il futuro della squadra di Zidane è esclusivamente legato al risultato europeo. Fuori dalla Coppa del Re e distante 13 punti in campionato dai rivali del Barcellona, il Real Madrid deve obbligatoriamente salvare la faccia in questa stagione. Campione d’Europa per due volte consecutive, il tecnico francese rischia paradossalmente il posto qualora dovesse uscire ai quarti di finale. Blancos reduci da 5 vittorie consecutive in gare ufficiali, dopo lo scivolone contro l’Espanyol di fine febbraio.

Orario partita e dove vederla

La partita sarà disputata all’Allianz Stadium di Torino con fischio d’inizio alle ore 20.45. La partita sarà trasmessa in diretta su Premium Sport 1 e in chiaro sul nuovo canale Venti, che verrà inaugurato proprio il 3 aprile. Il nuovo canale permetterà a tutti di seguire il match gratuitamente, basterà sintonizzarsi sul canale 20 del proprio digitale terrestre.

Probabili formazioni

Allegri dovrà fare a meno degli squalificati Benatia e Pjanic, sostituiti da Barzagli – in ballottaggio con Rugani – e con ogni probabilità Douglas Costa. Il modulo sarà un insolito 4-4-2 con l’ingresso del brasiliano da esterno di centrocampo. Da valutare le condizioni di Mandzukic (convocato), che ha saltato il match contro il Milan per una botta alla gamba sinistra. In mezzo al campo ballottaggio tra Marchisio e Bentancur, con il sudamericano favorito nel ruolo di regista. Alex Sandro è recuperato e sarà schierato sa esterno di centrocampo. Ne fa le spese Matuidi che va in panchina.
Zidane deve valutare le condizioni di Sergio Ramos, out nell’ultimo match per problemi muscolari. Se il capitano non dovesse farcela dovrebbe giocare Vallejo, visto che anche Nacho è in dubbio. Contro il Las Palmas ha lasciato a riposo i pezzi pregiati Ronaldo, Marcelo, Kroos, Carvajal e Isco. I Blancos arriveranno dunque motivati e in forma per il match di Torino. Bale verso la panchina, a vantaggio di Isco che agirà da trequartista.
Juventus (4-4-2): Buffon; De Sciglio, Barzagli, Chiellini, Asamoah; Douglas Costa, Khedira, Bentancur, Alex Sandro; Dybala, Higuain. All. Allegri
Real Madrid (4-3-1-2): Navas: Carvajal, S.Ramos, Varane, Marcelo; Kroos, Modric, Casemiro; Isco; Benzema, Ronaldo. All. Zidane

Precedenti e statistiche

L’ultimo precedente lo ricorderanno tutti, chi più o meno positivamente. Lo scorso giugno a Cardiff la Juventus perse la finale contro il Real Madrid 4-1, consegnando alla corazzata spagnola la dodicesima Champions League della sua storia. I precedenti sono 19: 9 vittorie del Real, 8 della Juve e 2 pareggi. Le due squadre oltre alla finale di Cardiff si sono incontrate anche nella finale di Amsterdam del 1998, vinta anche in quella occasione dai madridisti. I bianconeri, tuttavia, sono in vantaggio (4-2) nelle doppie sfide con in palio il passaggio del turno. La Juve ha infatti passato il turno nei quarti di finale del 1996, nella semifinale del 2003, negli ottavi di finale del 2005 e nella semifinale del 2015.

Fonte foto: twitter.com/UEFAcom_it


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Champions League