Seguici su

Champions League

Liverpool-Roma, Di Francesco: "Serve una prestazione da squadra"

Di-Francesco-Verona-Roma

Il tecnico giallorosso presenta la semifinale d’andata di Champions League ad Anfield contro i “Reds” di Klopp

L’attesa è quasi finita. Dopo oltre 30 anni, la Roma torna in semifinale di Champions League. Di fronte ci sarà il Liverpool di Klopp, avversario tostissimo ma assolutamente alla portata dei giallorossi. Quella di domani sera all’Anfield Road deve essere il primo atto per fare la storia: la Roma non può tirarsi indietro, adesso deve arrivare fino in fondo. “Gli stadi inglesi fanno effetto, queste sono trasferte a cui non siamo abituati. Loro giocano in casa, quindi dovremo essere ancora più squadra. Fondamentale sarà ripetere la partita col Barcellona dal punto di vista del collettivo, sapendo però che affrontiamo un avversario diverso. Voglio fare i miei complimenti a Klopp, mi piace la sua filosofia di gioco e io credo di avvicinarmici. Lui ha comunque fatto già tanto anche al Borussia Dortmund, io devo dimostrare ancora – esordisce alla conferenza stampa della vigilia Eusebio Di Francesco, che poi continua – Recentemente abbiamo acquisito consapevolezza, dovremo esser bravi a sfruttare le loro lacune. Tra le squadre arrivate agli ottavi, il Liverpool era quella che verticalizzava meglio. Loro hanno grande qualità, lo hanno dimostrato sia in campionato che in Champions. Non sarà una partita come quella con la Spal“.
Il tecnico giallorosso si sofferma quindi sulla questione formazione, senza però sbilanciarsi troppo. “Non posso dire se giocheremo a 3 o a 4 in difesa, ma la squadra ha recepito entrambi i moduli. Davanti, Schick e Under hanno la stessa probabilità di giocare. La cosa fondamentale sarà non cambiare filosofia, dovremo rimanere corti e fare possesso palla: dobbiamo rimanere alti, consapevoli però che loro ripartono molto bene. Fra i loro Salah è molto forte, ma non è il solo: ci sono giocatori su cui dovremo avere un’attenzione particolare, ma abbiamo preparato la partita sul collettivo. Alisson comunque è in gran forma, così come tutti i 22 giocatori convocati – spiega Di Francesco, che poi conclude – Sono contento dei giocatori che ho a disposizione, non mi dispiace non aver allenato Salah: è un ragazzo che è voluto tornare a giocare in Premier League. Il calcio inglese mi entusiasma: bisogna essere dei professionisti, ma al momento la mia priorità è la Roma: non conosco neanche una parola d’inglese“.

Consulta anche:

I CONVOCATI DI DI FRANCESCO PER LIVERPOOL-ROMA


? Pillola di Fanta

La Roma è arrivata fin qui alla grande, e adesso deve crederci. Qualificatasi davanti a Chelsea e Atletico Madrid, ha dimostrato di avere tutte le capacità per stare tra le big d’Europa. La rimonta al Barcellona è stata qualcosa di impensabile, ma adesso bisogna resettare tutto e concentrarsi sul presente. Il Liverpool è forte, ma i giallorossi sono da finale. DAJE ROMA

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Champions League