Seguici su

Champions League

Real Madrid-Juventus, Cristiano Ronaldo: "Non capisco le proteste, era rigore"

L'asso portoghese del Real Madrid difende l'arbitro Oliver dopo le polemiche della Juventus

Finalmente, potrebbe dire l'arbitro Oliver. Dopo tutte le critiche (in particolare le pesanti parole di Buffon) piovute addosso all'arbitro inglese arriva qualcuno a difenderlo. E non si tratta di una persona qualunque, bensì di Cristiano Ronaldo. Il giocatore portoghese ha espresso così il suo pensiero riguardo al rigore assegnato contro la Juventus che ha consegnato le semifinali di Champions League al Real Madrid: “Non capisco tutte le proteste. Se Benatia non avesse fatto fallo Vazquez avrebbe segnato. Per tutta la partita i difensori della Juventus hanno picchiato da dietro, è il loro modo di giocare. Dobbiamo imparare la lezione, nel calcio nessuno ti regala niente”.
Il numero 7 degli spagnoli si è reso tra l'altro protagonista di un abbraccio a Buffon nel post partita. Dal video della scena si può sentire come il portoghese sussurri al portiere bianconero “perdonami“. Un gesto che sottolinea la sportività di Cristiano Ronaldo che ha voluto quasi “chiedere scusa” per avere infranto il sogno di un giocatore che alla soglia dei 40 anni potrebbe presto dire addio al calcio giocato senza aver messo in bacheca la Champions League.

https://www.youtube.com/watch?v=jirzjMcF3xQ


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Champions League