Seguici su

Il Pagellone del lunedì

Dalla rovesciata di Ronaldo al fallimento di Mancini allo Zenit: il Pagellone del lunedì

Juventus-Real-Madrid-Cristiano-Ronaldo

Il meglio e il peggio della settimana calcistica appena trascorsa. Dalla rete di Ronaldo in rovesciata al fallimento di Mancini in Russia

Voto 10 alla rovesciata di Ronaldo. La doppietta con cui ha deciso l'andata dei quarti di finale di Champions League è assolutamente un capolavoro a cui tutti e proprio tutti si devono inchinare. La seconda rete in rovesciata merita di essere vista e rivista all'infinito. Spettacolare è un aggettivo fin troppo riduttivo per descrivere il gesto tecnico con cui il portoghese strappa la standing ovation dell'Allianz Stadium.
Voto 9 al sesto titolo consecutivo del Bayern Monaco. Il maestro Osram Heynckes non sbaglia un colpo e contro l’Augsburg conquista il 28esimo titolo di Campioni di Germania della storia del Bayern Monaco. Il sesto consecutivo e il quarto per il tecnico tedesco. La stagione sta andando davvero in maniera fantastica per i bavaresi, ad un passo anche dalla semifinale di Champions League. Onore ad Heynckes che ha ringraziato Ancelotti per il lavoro svolto ad inizio stagione.


Voto 8 a Cheick Diabaté. . Quattro reti in 3 giorni, doppietta al Verona prima e alla Juventus poi. Il Benevento ha ben poche chance di salvarsi, ma se Diabatè dovesse rimanere anche in Serie B, penso che i giallorossi non avranno grossi problemi a tornare subito nella massima categoria.
Voto 7 alla rimonta del Manchester United. Serviva una vittoria al Manchester City per diventare campione d'Inghilterra, ma non aveva fatto i conti con i cugini. Lo United dopo essere andato sotto per 2-0 all'Ettihad grazie alle reti di Kompany e Gundogan, rimonta i Citizens con la doppietta di Pogba in 2 minuti e firma il sorpasso con Smalling. Mourinho batte Guardiola e si prende la rivincita sul derby d'andata.
Voto 6 a Hatem Ben Arfa. L'ex talento di Lione, Marsiglia e Newcastle, attualmente in forza al PSG, ha festeggiato con ironia su Instagram un anno da fuori rosa. Era il 5 aprile 2017 quando Ben Arfa disputò la sua ultima gara coi parigini in un match di Coppa di Francia, dove per altro realizzò una doppietta. Da quel momento Emery lo ha accantonato nell'armadio e così il fantasista ha ironicamente festeggiato sui social. Per sua fortuna da giugno potrà cercarsi una nuova squadra dato che andrà in scadenza di contratto.

View this post on Instagram

Joyeux anniversaire à moi , 1 an de placard ça se fête ?

A post shared by Hatem Ben Arfa (@hatembenarfaofficiel) on


Voto 5 a due politici brasiliani. Ai limiti dell'incredibile la scena che è stata catturata dalle telecamere all'interno del parlamento brasiliano. Durante l’Assemblea legislativa tenutasi a Rio de Janeiro, nella quale la deputata Marta Rocha stava tenendo un discorso in cui esprimeva l’intenzione di proporre un progetto di decreto legislativo, due parlamentari sono stati fotografati mentre erano intenti a scambiarsi le figurine di Russia 2018. Il Mondiale si avvicina e in Brasile c'è già chi non sta più nella pelle.


Voto 4 al presidente dello Sporting Lisbona. In Portogallo non è andata per niente giù al presidente dello Sporting Lisbona Bruno de Carvalho la sconfitta ai quarti di Europa League per 2-0 contro l'Atletico Madrid. Il numero 1 dei portoghesi l'indomani ha deciso di sospendere ben 19 giocatori della prima squadra definendoli “bambini viziati“, rei di essersi poco impegnati. Una decisione davvero incredibile e forse anche esagerata.
Voto 3 al Cardiff. Sfortuna? Bravura del portiere ospite? Tutte cose corrette e plausibili, ma fatto sta che il Cardiff squadra che milita nella Championship inglese – la nostra Serie B – è riuscita a sbagliare due rigori nel giro di due minuti. E' accaduto in occasione del big match contro il Wolves, capolista del campionato, nei minuti finali dell'incontro. Accade tutto tra il 93′ e il 95′: prima si presenta dal dischetto Madine ma il portiere Ruddy para. Poi è la volta di Hoilett ma il suo penalty si schianta sulla traversa. Se non è un record questo poco ci manca. Il match, per altro, termina 0-1 in favore degli ospiti, con il Cardiff secondo in classifica che ha visto aumentare i punti di distacco dai rivali.
Voto 2 al Livorno. Una situazione in continuo peggioramento quella del Livorno, squadra che milita nel girone A di Lega Pro. La squadra amaranto ha dilapidato un vantaggio incredibile su tutte le dirette avversarie e ora è stata prima raggiunta e poi superata dai rivali del Siena. In settimana un colloquio, quasi sfociato in rissa, tra la squadra e il presidente Spinelli ha causato la messa a fuori rosa di Vantaggiato e Mazzoni, due dei principali leader della squadra. I due non erano d'accordo con il discorso fatto dal numero 1 della società livornese: il presidente contrariato dalla condizione fisica dei suoi giocatori li ha pesati uno ad uno annotandosi su un taccuino il loro peso. Metodo che non è andato giù all'attaccante che ha abbandonato il centro sportivo, mentre il portiere (Mazzoni) ha discusso animatamente con Spinelli. La squadra sabato pomeriggio ha nuovamente perso; 4-2 ad Olbia. Il Livorno è ora secondo a -1 dal Siena, che questa giornata ha riposato.
Voto 1 al fallimento di Mancini allo Zenit. Chi vuole l'ex allenatore dell'Inter sulla panchina della Nazionale forse dovrà ricredersi dopo i pessimi risultati ottenuti da quest'ultimo con lo Zenit. Eliminato ai sedicesimi di Europa League, Mancini sta faticando anche in campionato. Perdendo col Krasnodar, lo Zenit è precipitato in quinta posizione e il tecnico italiano se l'è presa coi propri attaccanti, incapaci di segnare “gol che farebbero anche dei bambini“. Dopo i 100 milioni spesi in estate a San Pietroburgo si aspettavano una stagione decisamente diversa.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Il Pagellone del lunedì