Seguici su

Serie A

Serie A, tutto su Sampdoria-Genoa: orario, probabili formazioni e dove vederla

quagliarella-laxalt-genoa-sampdoria

Tutto quello che c’è da sapere su Sampdoria-Genoa: come arrivano le squadre, i precedenti e le statistiche

Tempo di Derby della Lanterna. Sarà la Sampdoria ad ospitare il Genoa allo stadio Luigi Ferraris nella stracittadina numero 116. Entrambe le squadre cercano punti importanti non solo per il morale – proprio e dei propri tifosi – ma anche per la classifica. I blucerchiati per l’Europa, i rossoblù per la matematica salvezza.

Come arriva la Sampdoria

Il mini ritiro di Novarello, dopo le tre sconfitte consecutive, sembra aver fatto bene alla Sampdoria che nel turno infrasettimanale per il recupero della 27^ giornata ha battuto a domicilio l’Atalanta, una diretta concorrente per l’accesso alla prossima l’Europa League. Ma per scacciare definitivamente la crisi bisogna che il Ferraris torni ad essere il fortino dei blucerchiati. La Gradinata Sud è pronta a sostenere la banda Giampaolo che insegue la quarta vittoria consecutiva nel derby.

Come arriva il Genoa

Umore diverso nell’altra metà della città con il Genoa che cerca punti importanti in ottica salvezza. I rossoblù non navigano più ai margini della zona rossa della classifica ma cercano la certezza matematica per archiviare una stagione nata storta. Il grifone ha battuto il Cagliari martedì sera a Marassi adesso l’obiettivo è regalare una gioia ai tifosi che non festeggiano la vittoria in un derby da tre edizioni. Intanto ad infiammare gli animi dei tifosi ci hanno pensato Carparelli e Criscito sui social.

Orario partita e dove vederla

Fischio di inizio alle 20:45 di sabato 7 aprile allo stadio Luigi Ferraris per il ritorno della stracittadina in questa stagione. La partita tra Sampdoria e Genoa sarà visibile su Mediaset Premium Premium Sport e Premium Sport HD, canali 370 e 380 – e su SkySky Calcio 1 HD, canale 251. Si potrà assistere al match anche in streaming attraverso le app Premium Play e SkyGo.

Probabili formazioni

Giampaolo spera nel pieno recupero di Quagliarella dopo la scelta di mandare l’attaccante in tribuna a Bergamo per non rischiare di aggravare la situazione del numero 27 proprio in vista del derby. Al centro della difesa dovrebbe tornare la coppia titolare Silvestre-Ferrari con Andersen, che ben ha figurato contro l’Atalanta, che si accomoderà in panchina. Torreira, dopo aver scontato il turno di squalifica, riprenderà il suo posto al centro del campo affiancato da Praet, splendida rivelazione di questo campionato, e Linetty. In caso di recupero di Barreto possibile ballottaggio del polacco con il paraguaiano con il primo favorito per una maglia da titolare.
Ballardini dovrà rinunciare a Izzo, Veloso e Galabinov ancora alle prese con i programmi di recupero mentre avrà a disposizione sia Bertolacci che Taarabt al rientro dopo lo stop per squalifica. Scalpita per una maglia da titolare Medeiros, autore del gol da 3 punti allo scadere contro il Cagliari, ma Hiljemark sembra favorito sul portoghese. In difesa torna da primo minuto Spolli, tenuto a riposo precauzionale contro i sardi mentre in attacco, il tecnico del grifone si affiderà a Lapadula.
Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Murru; Linetty, Torreira, Praet; Caprari; Zapata, Quagliarella. All.: Giampaolo
Genoa (3-5-2): Perin, Birschi, Spolli, Zukanovic, Lazovic, Hiljemark, Rigoni, Bertolacci, Laxalt, Pandev, Lapadula. All.: Ballardini
Tutte le probabili formazioni di questo turno di campionato

Precedenti e statistiche

Negli ultimi 6 derby della Lanterna per ben 4 volte la partita si è conclusa con i giocatori in maglia blucerchiata con le braccia al cielo contro un solo festeggiamento dei cugini rossoblu. Chiude il cerchio un pareggio che risale al 2015.
I rossoblù vorranno evitare di incappare nella terza sconfitta esterna di fila che segnerebbe un nuovo record negativo per questa stagione. La Sampdoria, che dello stadio di Marassi aveva fatto il suo fortino, è caduta in casa solo 2 volte in questo campionato. L’ultima, in ordine di tempo, a espugnare il Ferraris blucerchiato è stata l’Inter con il pokerissimo.
Reti dai dolci ricordi per due giocatori, uno per parte. Se Rigoni ha messo a segno il suo primo gol nella massima serie proprio contro i blucerchiati anche se in quell’occasione vestiva la maglia del Chievo Verona, Gaston Ramirez ha nei rossoblù la sua vittima preferita con tre reti segnate ai danni del grifone durante le sue due avventure italiane.

Fonte foto: genoacfc.it

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Serie A