Seguici su

Serie A

Serie A, tutto sulla volata Europa League: i calendari delle quattro contendenti a confronto

Tutto quello che c’è da sapere sulla volata all'Europa League: i calendari, gli scontri diretti e la classifica avulsa tra Atalanta, Milan, Sampdoria e Fiorentina

Se la sono ancora in definizione. Da normativa si qualificano la quinta e la sesta del campionato, più la vincitrice della Coppa Italia. Se la coppa nazionale viene sollevata da una squadra già qualificata alle competizioni europee, allora il pass scala alla settima in classifica. Per farla breve, in Europa League andranno: la squadra che tra Roma, Lazio e Inter perde la volata Champions e la sesta in graduatoria per ragioni di classifica, più il Milan se vince la Coppa Italia e non rientra nelle prime sei. In caso di trionfo della Juventus oppure di trionfo del Milan che conclude il campionato entro le prime sei, si qualifica anche la settima. Delle quattro squadre in lotta, dunque, due rimarranno fuori dalle competizioni continentali: al momento i blucerchiati e la Viola, classifica alla mano, sono quelli messi peggio.

Il calendario

La gara più complicata per la Dea è senza dubbio la terzultima giornata: andrà infatti all'Olimpico contro la Lazio, ancora totalmente in corsa per un posto nella Coppa dei Campioni. Rischia poi di essere decisiva la penultima giornata a Bergamo, quando allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia arriverà la formazione di Gattuso, per uno scontro diretto senza esclusione di colpi. Simile il calendario del Milan, la cui sfida più ostica sarà quella all'ultima giornata contro la Viola di Pioli. Ultime quattro partite complicate per la Fiorentina, che aprirà domenica con il Napoli. Non semplice nemmeno quello della Doria, per via di tutti i fronti del nostro campionato ancora aperti. Anche la squadra di Giampaolo affronterà i partenopei, per poi chiudere la stagione a Ferrara contro la Spal in cerca della salvezza.

Il caso: arrivo a pari punti

Al momento davanti a tutti c'è l'Atalanta con 55 punti. Seguono Milan a 54, e Sampdoria e Fiorentina a pari merito con 51. Le combinazioni di arrivo finale sono molteplici e complesse: sicure di accedere all'Europa League sono solo la quinta e la sesta. Doppia possibilità invece per i rossoneri, che se non dovessero farcela avrebbero comunque – come detto – la finale di Coppa Italia. In caso di arrivo a pari punti tra due squadre, entrerebbe in gioco la classifica avulsa: in quest'ordine, si prendono in considerazione scontri diretti, differenza reti negli scontri diretti, differenza reti complessiva, maggior numero di gol segnati nel campionato. 
Difficile analizzare al momento gli scontri diretti fra le quattro squadre contendenti, poiché il calendario ne ha in serbo ancora alcuni. I bergamaschi hanno vinto l'andata in casa contro i rossoneri, i quali hanno pareggiato la prima contro la Viola a Firenze. Totale parità negli scontri diretti invece tra Atalanta e Fiorentina. La stessa Viola è però sotto nel confronto con la Sampdoria: le vittorie sono una per uno, ma i liguri sono avanti nella differenza reti tra la gara d'andata e quella di ritorno. Stessa situazione per il Milan nei confronti della Lazio, e per la Samp nei confronti dell'Atalanta. Infine, Diavolo in svantaggio anche rispetto alla Sampdoria.
Per quanto riguarda la differenza reti complessiva, invece, l'Atalanta è nettamente davanti a tutti con +17, segue la Fiorentina con +9, il Milan con +6 e la Sampdoria addirittura in negativo (-2). Infine, la Dea è davanti anche nella speciale classifica dei “gol fatti” con 52 realizzazioni: seguono i blucerchiati con 51, la Viola con 47 e i rossoneri con 44. In caso di arrivo a pari punti e con tutti i parametri elencati sopra uguali, la soluzione per decretare le squadre di Serie A qualificate all'Europa League sarebbe incredibilmente il sorteggio.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A