//cdn.iubenda.com/cookie_solution/cmp/beta/stub.js
Seguici su

Calciomercato

Calciomercato Inter, alla scoperta di Lautaro Martinez: un predestinato con l'istinto del gol

Lautaro-Martinez-esultanza

L’Inter, aggiudicandosi Lautaro Martinez per circa 25 milioni di euro, avrà a disposizione una seconda punta con l’istinto del gol e con una grande personalità

Dopo mesi di trattative e voci, l’argentino Lautaro Martinez è finalmente sbarcato a Milano, dove nella giornata di venerdì ha sostenuto le visite mediche con l’Inter ed ha incontrato i dirigenti nerazzurri per la firma sul contratto. Per lui è pronta la numero 10. La squadra di Spalletti si è aggiudicata uno dei talenti più promettenti del panorama calcistico mondiale.

Una seconda punta col vizio del gol

Arrivato in Italia dal Racing di Avellaneda grazie, soprattutto, agli ottimi rapporti tra l’Inter ed il ds del Racing, un certo Diego Milito, Lautaro Martinez è un attaccante che ama svariare su tutto il campo, abbassandosi spesso a centrocampo per prendere palla. Destro naturale, nel 4-1-3-2 del Racing Club, il talento argentino giocava in coppia con Lisandro Lopez, che era il vero riferimento offensivo, il classico centravanti “boa”, e agiva da seconda punta. Nonostante i movimenti lungo tutto il fronte offensivo, Lautaro è riuscito a conservare un ottima lucidità sotto porta: quest’anno, infatti, ha realizzato 12 gol in 19 partite di campionato e cinque in cinque gare di Copa Libertadores.

I segni del predestinato

Lautaro Martinez ha avuto, fin dal suo esordio, le stimmate del predestinato. Ha esordito il 1° novembre 2015, a soli diciott’anni, sostituendo  Milito in una gara contro il Cruzeiro del Norte. Quest’anno, alla prima partita di Copa Libertadores, ha segnato une tripletta contro i brasiliani del Cruzeiro, dimostrando di non soffrire la pressione. Proprio Milito ha fatto tanto per portarlo all’Inter, riconoscendo in lui il futuro dei nerazzurri e della nazionale argentina.

La “garra argentina”

Chi ha guardato qualche sua partita ha potuto notare come Martinez, nonostante la giovane età, sia già un leader carismatico nella squadra. Non perde occasione, infatti, per incitare i compagni e, quando serve, è il primo mettere la gamba nei contrasti. Questa “garra”, tipica degli argentini, aveva fatto innamorare anche il “Cholo” Simeone, che non è però riuscito a strapparlo all’Inter.

Lautaro-Icardi come Dybala-Higuain

In Argentina, come detto, Lautaro ha spesso agito da seconda punta, ciò non toglie, però che sia in grado anche di giocare come unico attaccante. Nell’Inter una possibile coppia con Icardi potrebbe fare le fortune di Spalletti, che avrebbe due attaccanti che si completano e segnano, un po’, con le dovute differenze, come sono Dybala e Higuain per Allegri. In caso di partenza del capitano, però, Lautaro sarebbe in grado di ricoprire il ruolo di prima punta, anche se in modo diverso da Icardi; ovvero facendo meno l’attaccante d’area e più l’attaccante di manovra.
Nonostante l’esclusione dai mondiali, Lautaro Martinez potrebbe rappresentare, insieme a Icardi, il futuro della nazionale argentina e, a meno di colpi di mercato, dell’Inter.

? Pillola di fanta

Lautaro Martinez segna e fa segnare. Per lui quest’anno sono arrivati, complessivamente 17 gol e cinque assist. Se mantiene le promesse è un colpo sicuro.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato