Seguici su

Calciomercato

Calciomercato Inter, Ausilio incontra l'agente di Nainggolan e Barella

Radja-Nainggolan-Roma

Importanti aggiornamenti di calciomercato per l’Inter: i nerazzurri puntano ai due centrocampisti, obiettivi tanto ambiziosi quanto difficili

L’Inter ha iniziato a sondare il terreno per due obiettivi di calciomercato. Trattasi di Nainggolan e Barella, obiettivi molto ambiziosi per il centrocampo nerazzurro. Si dovrà – a meno di clamorosi ribaltoni – sostituire il partente Rafinha e sono questi i due nomi preferiti dalla dirigenza nerazzurra. Il ds Ausilio ha incontrato Alessandro Beltrami, agente dei due giocatori: per il momento solo un discorso introduttivo, dal 30 giugno in poi – ultimo giorno valido per rispettare l’accordo finanziario con l’Uefa – potrebbero arrivare gli assalti “importanti”.

La pista Nainggolan

Il centrocampista belga – non convocato per Russia 2018– è il grande obiettivo, probabilmente quello principale, della dirigenza nerazzurra. Ambito già l’anno scorso – insieme a Vidal – alla fine non se n’era fatto più nulla, complici anche i paletti del fair play nerazzurro. Quest’anno, grazie agli introiti derivanti dalla qualificazione in Champions League, il discorso potrebbe essere molto diverso. Nainggolan è da sempre un pallino di Spalletti e, dopo diversi anni a Roma sponda giallorossa, potrebbe voler provare una nuova esperienza. Il problema è, in sostanza, sempre quello: il costo del cartellino. Per il ninja servono infatti 40 milioni di euro, un sacrificio molto importante per le casse di Suning.

La questione Barella

Così come per Nainggolan, il costo del cartellino si aggira sui 40 milioni. In questo caso la strategia dell’Inter è piuttosto chiara: offrire a Giulini alcuni giovani, in prestito o a titolo definitivo, per abbassare il prezzo del centrocampista. In sostanza i nerazzurri vorrebbero andare a cedere giocatori come Pinamonti, Emmers, insomma ragazzi che in Sardegna potrebbero trovare spazio molto più che a Milano. L’ostacolo in questo caso è rappresentato dalla volontà del club sardo, non così disposto a fare da “baby sitter” ai giovani talenti meneghini. Rimanendo così la situazione, sarà difficile vedere il classe 1997 a Milano, o perlomeno non in tempi brevi: un investimento di tale portata difficilmente verrà realizzato per giocatori più per il futuro che per il presente.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato