Seguici su

Champions League

Champions League, Real Madrid batte Liverpool 34-0 (almeno nel palmarès)

Coppa-Champions-League

Differenza di esperienza abissale tra i titolari di Real Madrid e Liverpool, che disputeranno domani sera a Kiev la finale di Champions League

Il Real Madrid, domani a Kiev – in occasione della finale di Champions League – dovrebbe schierarsi con un 4-3-1-2 così disposto da Zidane: in porta Navas, difesa formata da Carvajal, Ramos, Varane e Marcelo. A centrocampo dovrebbero piazzarsi Kroos, Casemiro e Modric, il trequartista sarà Isco mentre la coppia d’attacco vedrà Cristiano Ronaldo affiancato a Benzema. Una formazione dunque piuttosto simile a quella che i blancos hanno schierato nelle ultime tre finali disputate (e vinte). Di fronte domani sera ci sarà il Liverpool di Klopp, il cui modulo dovrebbe essere l’abituale 4-3-3: in porta Karius; in difesa Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk, Robertson; a centrocampo Wijnaldum, Henderson e Milner; in attacco il tridente da sogno formato da Salah, Firmino e Mané.
Almeno sulla carta, dunque, non c’è storia. Soprattutto a centrocampo ed in difesa gli spagnoli sembrano diverse spanne sopra gli avversari. Un confronto che diventa invece molto più equilibrato per quanto riguarda l’attacco: Zidane ha sì il l’attaccante più prolifico di sempre nella competizione (ovviamente Cristiano Ronaldo), ma i reds possono contare su un reparto incredibile, capace di battere tutti i record: 46 le reti segnate da Salah, Firmino e Manè. Nessun’altra squadra nella storia della competizione è riuscita a raggiungere questi numeri.
C’è però un aspetto – da non sottovalutare – che spinge il trofeo verso Madrid. Un aspetto decisivo, per esempio, nei record conquistati in Italia dalla Juventus: l’esperienza. Quella particolare capacità che si può sviluppare solo giocando questo tipo di partite. Ebbene, nei probabili 11 titolari del Liverpool nessuno ha mai giocato una finale di Champions League. Di fronte ai reds ci sarà invece una squadra che, di finali, ne ha disputate (e vinte) parecchie. L’11 che potrebbe essere schierato da Zidane ha vinto, complessivamente, 34 titoli in questa manifestazione. Tutti, a parte Cristiano Ronaldo, hanno vinto il trofeo tre volte: nel 2013/14, 2015/16 e 2016/17. Il portoghese può invece contare su un ulteriore successo, ai tempi del Manchester United, nell’edizione 2007/08. Ecco perché, al di là dei valori che appaiono “sulla carta” al Liverpool servirà più di un’impresa per rompere l’egemonia europea dei blancos.
Tutto su Real Madrid-Liverpool: orario, probabili formazioni e dove vederla
 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Champions League