Seguici su

Serie A

Come cambia la Lazio senza Immobile: da Caicedo a Nani tutte le opzioni

Ieri l’esito degli esami in seguito all’infortunio di Immobile: ecco come cambia la Lazio senza il suo attaccante di riferimento

Che fosse qualcosa di non estremamente grave, ma che gli impedisse di giocare buona parte delle ultime tre gare di campionato era chiaro fin da subito. Le lacrime di Ciro Immobile sulla panchina di Torino, sostituito dopo nemmeno un quarto d’ora, hanno fatto male soprattutto ai moltissimi fantallenatori che lo hanno in rosa, consapevoli di poterlo perdere per questo rush finale di stagione.
Ieri è uscito l’esito degli esami strumentali. Per l’ex attaccante del Genoa si tratta di una lesione di primo grado, che in termini di tempo significa 20 giorni di stop. Immobile proverà dunque a fare un miracolo per essere in campo il 20 maggio contro l’Inter, ma nel frattempo guarderà i compagni contro Atalanta e Crotone. Chi giocherà al suo posto?

Opzione Caicedo

La scelta più naturale per Simone Inzaghi è quella di inserire – come fatto contro il Torino – una prima punta di peso come Felipe Caicedo. L’attaccante ecuadoregno fino a questo momento non si è ritagliato molto spazio, ma ora è arrivato il suo momento. Con lui in campo dal punto di vista tattico non cambia nulla, sebbene Immobile sia più tecnico e rapido, mentre Caicedo più fisico e robusto.

Opzione Nani

Non va dimenticato che la Lazio in rosa ha anche un certo Nani, campione d’Europa con il Portogallo due anni fa. L’ex Manchester United, titolare o dalla panchina, potrà sfruttare la sua velocità qualora dovesse essere utilizzato da prima punta. Ruolo già ricoperto in alcune occasioni in questa stagione, come ad esempio nella gara vinta dalla Lazio all’Olimpico contro l’Udinese a gennaio: in quell’occasione il portoghese andò anche a segno.

Opzione Luis Alberto

Meno probabile, ma suggestiva, l’ipotesi Luis Alberto falso nueve. Lo spagnolo verrebbe spostato più avanti con l’inserimento di Felipe Anderson sulla trequarti. Una ipotesi difficile ma da non sottovalutare, che renderebbe l’attacco biancoceleste ancora più imprevedibile.


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A