Seguici su

Nazionali

Italia, Baselli: "Spero di capire presto se sono all'altezza di stare qui"

Alla prima convocazione con la Nazionale maggiore, il centrocampista del Torino si sofferma sulla stagione appena conclusa e sul futuro

La nuova Italia sta nascendo. Roberto Mancini si appresta infatti alla prima presenza sulla panchina della Nazionale, che avrà luogo lunedì sera contro l’Arabia Saudita. Tempo d’esordio anche per Daniele Baselli, che arriva alla prima convocazione con la prima squadra dopo i vari stage con Prandelli, Ventura e Di Biagio. “Aspettavo da tanto questa chiamata, questa è un grande opportunità per mettermi alla prova. Voglio dimostrare a tutti di meritarmi questa maglia: spero di capire presto se sono all'altezza di stare qui. Ho appena iniziato ed è normale avere un po' di timore, anche perché non ho mai giocato partite ad alto livello: il modo migliore per capire a che punto sono è scendere in campo – esordisce il centrocampista del Torino, che poi continua – Mancini mi sta piacendo, vuole sempre una squadra molto propositiva con almeno 5 giocatori in area. Ci stiamo conoscendo, c'è un bel clima in spogliatoio: anche grazie a Balotelli“.
Il classe 1992 si sofferma quindi sulla stagione appena conclusa con la maglia granata. “Nelle ultime partite con Mazzarri abbiamo avuto una scossa, ma potevamo fare di più. Abbiamo cambiato qualcosa sia a livello tattico che mentale, adesso è importante ripartire da dove abbiamo finito. In certi momenti siamo stati troppo discontinui. Il campionato italiano è uno dei più completi, e soprattutto stanno nascendo sempre più nuovi talenti: da loro bisogna ripartire – spiega Baselli, che infine conclude su sé stesso – Mi sento pronto per far qualcosa importante con il Torino: in questi anni penso di aver già dato qualcosa, ma evidentemente non abbastanza. Ho sempre lavorato duro e devo ringraziare i miei allenatori: all'inizio avevo solo qualità, ma poi sono riuscito a metterci anche corsa e interdizione. Io mi sento un interno puro: così ho più spazio e posso avvicinarmi maggiormente alla porta. Mi è piaciuto comunque anche giocare in mezzo come uno dei due mediani: serve maggior sacrificio, ma sei più al centro del gioco“.


? Pillola di Fanta

Baselli arriva in Nazionale dopo 4 anni in cui non era mai riuscito a sfondare definitivamente. Al Torino ha trovato la sua dimensione: giocando da interno di centrocampo, per la sua qualità e il suo dinamismo, è più volte stato paragonato ad Hamsik. Quest'anno in Serie A, il classe 1992 ha totalizzato con la maglia granata 32 presenze, 4 gol e 2 assist. TOCCA A TE


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Nazionali