Seguici su

Nazionali

Italia, come cambia la Nazionale con Mancini: si passa al 4-3-3, porte aperte a Balotelli

roberto mancini zenit

Esonerato Ventura, il nuovo commissario tecnico della Nazionale è Roberto Mancini: ecco come cambia l’Italia con il suo arrivo

Dopo mesi dalla clamorosa esclusione dell’Italia dai prossimi Mondiali di Russia 2018 e dal conseguente esonero di Gian Piero Ventura, è stato finalmente trovato il nuovo tecnico della Nazionale: si tratta di Roberto Mancini, ex allenatore dell’Inter (tra le altre) che per firmare con l’Italia ha dovuto rescindere il suo contratto con i russi dello Zenit San Pietroburgo. Ecco come potrebbe cambiare la Nazionale con l’arrivo del tecnico marchigiano.
Anche se avrà solamente 13 giorni per preparare la prima amichevole contro l’Arabia Saudita, Mancini dovrà mostrare da subito un miglioramento, soprattutto nel gioco. Il modulo prediletto dall’ex Inter è il 4-3-3, ma con i calciatori a disposizione potrebbe optare anche per il 4-2-3-1. Nell’arco della sua carriera inoltre, le sue squadre sono sempre state molto fisiche, quindi si andrà molto probabilmente verso quella direzione, almeno a centrocampo.
In porta con molta probabilità non ci sarà Buffon, sempre più vicino ad appendere i guantoni al chiodo, spazio dunque ai giovani. In pole, nonostante il periodo un po’ complicato che sta vivendo, c’è sicuramente Gigio Donnarumma. Ma occhio anche a Mattia Perin. La difesa, come anticipato, quasi sicuramente sarà composta da quattro elementi. In mezzo i titolari saranno i veterani Chiellini e Bonucci, che faranno da mentore a Caldara, Romagnoli e Rugani. Sulle fasce invece poche certezze. I terzini potrebbero infatti cambiare in base al modulo o alla partita. In linea di massima i favoriti dovrebbero essere Florenzi a destra e Spinazzola a sinistra. Ma Darmian e De Sciglio scalpitano, insieme al rientrante Conti.
A centrocampo si dovrebbero vedere il maggior numero di differenze rispetto ai tecnici passati. Come detto prima infatti Mancini preferisce maggiormente la fisicità al “cervello”. In cabina di regia, al rientro dall’infortunio, Verratti dovrebbe avere la meglio su Jorginho. Ai lati del centrocampista abbruzzese i maggiori dubbi. Il ruolo di mezz’ala sinistra dovrebbe essere occupato da Parolo. Sulla destra vale invece il discorso fatto per il terzino, che potrebbe dunque cambiare in base alla partita. Il favorito potrebbe essere Gagliardini, proprio grazie alle sue caratteristiche. Ma le alternative non sono da meno, con i vari Marchisio, Bonaventura, Cristante, Benassi e Vazquez.
In attacco infine, la notizia molto probabilmente sarà il tanto atteso ritorno di Mario Balotelli, dopo la buona parentesi al Nizza. Sulle fasce Insigne a sinistra e Candreva a destra, ma occhio anche ad El Shaarawy-Bernardeschi e Chiesa. La punta potrebbe cambiare spesso, con Immobile favorito su Belotti e Balotelli grazie alla grande stagione disputata.
Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Gagliardini, Verratti, Parolo; Candreva, Immobile, Insigne. All. Mancini

?Pillola di Fanta

Dopo la grande stagione disputata con il Nizza, Mario Balotelli potrebbe finalmente tornare in Nazionale. Super Mario si andrà a giocare il posto con Immobile e Belotti, forte dei 24 gol in 36 presenze stagionali e di una maggiore maturità rispetto al passato. OCCASIONE

Fonte foto:en.fc-zenit.ru


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi

Classifica Serie A

Risultati Serie A

Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Nazionali