Seguici su

Serie A

Lazio-Inter, Inzaghi rammaricato: "Dovevamo chiudere prima per la Champions. De Vrij sfortunato"

Il tecnico biancoceleste applaude i suoi e commenta a caldo il mancato raggiungimento della qualificazione alla massima competizione europea

Simone Inzaghi è molto rammaricato dopo il 2-3 casalingo contro l'Inter che è costato alla sua Lazio la qualificazione alla prossima Champions League. Il tecnico biancoceleste si complimenta con i suoi per l'ottima stagione e non butta la croce addosso a De Vrij, prossimo nerazzurro e autore del fallo da rigore su Icardi. E sul futuro si prende del tempo per pensare. Ecco le dichiarazioni di Inzaghi. 
“Dovevamo chiudere prima il discorso Champions, e ci hanno penalizzato gli scontri diretti. Abbiamo fatto un ottimo cammino e ho ringraziato i ragazzi, ma probabilmente era destino che finisse così. Oggi abbiamo dominato la partita e l'Inter ha creato pochissimo, ma ha segnato tre gol che hanno fatto la differenza. Non ho nulla da rimproverare a De Vrij: era destino forse anche per lui, ma ha giocato un'ottima gara. La gente si è divertita a vederci giocare, il campo a volte non rispecchia quanto di buono fatto dalla squadra. Dai tempi dello Scudetto non si vedeva un pubblico così all'Olimpico. Anche Milinkovic-Savic ha fatto un'ottima stagione, ma non c'è solo il singolo. Tutta la squadra ha fatto benissimo. Adesso ci sarà un periodo di pausa e riflessione, per il futuro vedremo”.
Le nostre pagelle di Lazio-Inter


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A