Seguici su

Serie A

Napoli, De Laurentiis a tutto tondo: "Per Sarri non potevo più attendere. Serve una riforma del VAR"

Il numero uno partenopeo parla del momento attuale della sua squadra col cambio in panchina e della situazione della classe arbitrale

E’ un Aurelio De Laurentiis mai banale e senza peli sulla lingua quello che, in occasione di una conferenza sul VAR nell’ambito dell’evento “Football Leader”, ha parlato della classe arbitrale e dell’ausilio della tecnologia. Una circostanza buona anche per commentare il cambio di guida tecnica del Napoli tra Sarri e Ancelotti e del calciomercato azzurro. Ecco le dichiarazioni di De Laurentiis ai giornalisti.
Sull’addio di Sarri e l’arrivo di Ancelotti: “Non ci sono retroscena, a un certo punto ho comunicato che il tempo era scaduto. Non posso stare a disposizione degli altri, quando gli altri dovrebbero essere a disposizione del club. Il tempo era scaduto, così mi sono mosso e ho portato Ancelotti a Napoli. Ci siamo sentiti tante volte negli anni e mi ha sempre dato sensazione di serenità. È un grande e ha vinto dappertutto, non mi dà l’impressione di essere uno che vuole usare il Napoli per arrivare da qualche altra parte. Spero che resti dieci anni“.
Sulle prospettive di crescita della società con Ancelotti: “Abbiamo iniziato a collaborare. Ieri invece di impiegare il tempo per stare nel Consiglio in Lega, sono stato a Castel Volturno dove c’è un cantiere già in piedi ed ho mostrato al figlio e allo staff la struttura, con il mio architetto di fiducia, per ridare smalto alla struttura e adeguarla alle esigenze della rosa. Abbiamo ragionato col nostro medico, il cuoco, una serie di programmazioni col nuovo gruppo di lavoro per farli lavorare al meglio. Non ci manca davvero nulla: in Olanda hanno stimato il Napoli secondo per valore dietro alla Juve, ma davanti alle milanesi che per tradizione e fatturato hanno più di noi. Significa che dietro il Napoli c’è tanto lavoro e capacità”.
Sul calciomercato: Balotelli non lo abbiamo preso in considerazione perché dobbiamo valutare con Ancelotti, durante il ritiro, le potenzialità del nostro gruppo attuale. L’attacco non è una priorità. C’è chi dice che un ragazzo deve andare in Cina, chi al Manchester. Poi dipende dalla valutazione di un allenatore, che può darmi indicazioni. Abbiamo una squadra forte e ci sono delle clausole. Per uno che può partire ce ne sono quattro che possono arrivare. I soldi sono un mezzo e non un fine. Quando Conte è arrivato a offrire 58 milioni per Koulibaly ho rifiutato perchè sapevo che dei soldi non avremmo fatto nulla essendo un mezzo, mentre il giocatore era il fine”.
Sugli arbitri e sul VAR: “Nel calcio si è quasi tutti Ponzio Pilato, nessuno vuole prendersi le responsabilità. aPer questo è stato introdotto il VAR, però viene negato alle società di avere dopo qualche ora o qualche giorno gli elementi valutativi della tecnologia a propria disposizione per evitare di avere rapporti conflittuali con gli arbitri. L’arbitro, lo dice il nome stesso, deve essere equidistante, ed è sbagliato inserirlo in un’associazione federativa, perché sarà chiamato a schierarsi. Dovrebbe essere dipendente solo dalla Lega di Serie A, in modo che all’interno di essa si discuta tutti insieme anche di innovazioni come il VAR e del suo funzionamento. La classe arbitrale ha toccato il fondo con Calciopoli, ed è un momento che vogliamo dimenticare, ma c’è stato. Bisogna fare di tutto per eliminare i dubbi. Forse dovremo chiuderci intorno a un tavolo con arbitri, società e giocatori e stilare un regolamento di cosa è definibile o no con il VAR. E in più, nella regia che deve decidere, è necessaria la presenza di tecnici, non arbitri”.
Come cambia il Napoli con Ancelotti in panchina

? Pillola di Fanta 

De Laurentiis ha scelto un tecnico decisamente più specializzato nelle coppe che nei campionati. Ancelotti infatti, nella sua carriera da allenatore, ha vinto un titolo Nazionale con Milan, Chelsea, PSG e Bayern Monaco, mentre le coppe sono ben 15 tra nazionali e internazionali. Un dato assolutamente da non sottovalutare e che può solo far sognare i tifosi. RE DI COPPE


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi

Classifica Serie A

Risultati Serie A

Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A