Seguici su

Serie A

SPAL-Sampdoria 3-1, blucerchiati non pervenuti: Antenucci e Grassi firmano la festa salvezza

Esultanza-gol-Antenucci-Spal

SPAL pronta a rispondere presente all'ultima chiamata per rimanere in Serie A, Sampdoria in cerca di spunti positivi già in ottica della prossima stagione

La SPAL non può sbagliare e davanti al proprio pubblico è chiamata alla prova di forza, l'ultima per questa stagione, per non cadere nell'incubo della retrocessione mentre la Sampdoria non ha davvero più niente da chiedere a questo campionato.
Allo stadio Mazza di Ferrara partono subito forte i padroni di casa che, dopo meno di 5 minuti di gioco, si portano in vantaggio concretizzando un rigore – un po' generoso – concesso per tocco di mano in area di Caprari. Belec intuisce l'angolo giusto ma non riesce ad impedire che il pallone superi la linea di porta. Ma prima del tiro dal dischetto passano 120 secondi: questo il tempo del silent check tra il direttore di gara e il collega al video. Gli ospiti però non si smarriscono dopo essere andati sotto di una rete e, in più di un'occasione, si fanno vedere dalle parti di Gomis sprecando anche una clamorosa occasione con Praet. Ma alla mezz'ora è ancora il numero 9 dei blucerchiati ad esser protagonista in negativo: intervento a gamba tesa – seppur non cattivo – con l'arbitro Di Bello che gli sventola in faccia il secondo cartellino giallo. L'uomo in più ha rinvigorito i ferraresi che sfiorano il doppio vantaggio ma è Regini a salvare tutto.
Nella ripresa è la Sampdoria a partire forte subito in cerca del gol del pari. Ma ancora una volta sono i padroni di casa a trovare la via della rete. È Grassi che sfrutta al meglio un traversone di Viviani e, dopo un rimbalzo, insacca di testa. Arriva anche il tris spallino e a mettere il suo nome sull'elenco dei marcatori è ancora una volta il capitano, Mirco Antenucci. Scatenato il numero 7 ferrarese che trova anche la personale tripletta ma la rete è annullata per fuorigioco. Ci hanno preso gusto gli uomini di Semplici che, rinvigoriti dal vantaggio e dalle notizie in arrivo da Napoli, si portano ripetutamente dalle parti di Belec. Il gol della bandiera dei blucerchiati arriva con un gran gol al volo di Kownacki che però non rovina la festa del Mazza. E negli istanti finali il VAR annulla per fuorigioco la gioia del gol a Paloschi.
Le differenti motivazioni in campo si vedono sia sul terreno di gioco che nell'area tecnica concessa agli allenatori davanti alla panchina. Leonardo Semplici è una furia pronto ad incoraggiare i suoi verso il sogno salvezza mentre Marco Giampaolo resta per tutti i 90 minuti – più recupero – seduto comodamente al fianco dei suoi collaboratori.

SPAL-Sampdoria 3-1 – il tabellino

SPAL (3-5-2): Gomis (90′ Marchegiani); Vicari, Simic, Felipe; Lazzari (58′ Costa), Viviani (78′ Schiattarella), Grassi, Kurtic, Mattiello; Paloschi, Antenucci. All. Semplici
Sampdoria (4-3-1-2): Belec; Bereszynski, Andersen, Regini, Murru; Linetty, Capezzi (80′ Verre), Praet; Ramirez (45′ Quagliarella); Caprari, Kownacki. All. Giampaolo
MARCATORI: Rig. Antenucci, Grassi, Antenucci, Kownacki
AMMONITI: Linetty, Quagliarella, Viviani
ESPULSI: Caprari
ASSIST: Viviani

? Pillola di Fanta

Mirco Antenucci trascina la SPAL alla salvezza. Doppietta per lui che arriva in doppia cifra in questo campionato. Pochi malus sono arrivati dal capitano dei ferraresi che invece ha regalato parecchi bonus tra reti e assist. Il doppio +3 di quest'ultima partita vale, per la sua squadra, la permanenza nella massima serie. BONUS SALVEZZA


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A