Seguici su

Calciomercato

Calciomercato: da Shaqiri a Diabaté, 11 occasioni dalle squadre retrocesse

Diabate-Benevento

Tra giovani talenti e giocatori affermati, sono tante le occasioni dalle squadre retrocesse nei campionati più importanti d'Europa

Una retrocessione è una macchia sulla carriera di giocatori e allenatori, che ne diventano protagonisti in negativo. Come sempre, però, non tutto è da buttare. Anche nelle stagioni peggiori, ci sono sempre elementi che riescono a spiccare, o nomi di sicuro affidamento incappati in un'annata no. Difficilmente questi rimangono anche nella categoria inferiore. Ben più spesso diventano veri e propri affari in saldo. Ecco quindi 11 occasioni dai campionati più importanti d'Europa che potrebbero risultare economiche ma redditizie nel prossimo calciomercato, schierandole in un ipotetico 3-4-3.
Jack Butland (Stoke City): le sue numerose prodezze tra i pali gli sono valse la convocazione con la maglia dell'Inghilterra per i Mondiali in Russia, ma non la salvezza con il suo club. Ora il portiere 25enne cerca una nuova sistemazione, con il Chelsea in pole in caso di partenza di Courtois. Prezzo: 22 milioni di euro.
Romulo (Hellas Verona): tra i meno colpevoli nella disastrosa annata degli scaligeri. Le sue qualità, che già in passato lo avevano portato a indossare una maglia di prestigio come quella della Juve, gli potrebbero permettere di trovare una nuova squadra facilmente. Anche perché – grazie a una clausola – il suo contratto si è interrotto automaticamente con la retrocessione, aprendo a una sua partenza a zero.
Alfie Mawson (Swansea): la mancata convocazione in nazionale non intacca certamente il valore del giocatore inglese. Difficilmente un difensore come lui accetterà di immergersi nel pantano della Championship. Il prezzo, pur risentendo della retrocessione del club gallese, si attesta comunque sui circa 20 milioni.
Sidnei (Deportivo La Coruña): il club galiziano sta cercando a tutti i costi di bloccare il suo pilastro difensivo per tentare una rapida risalita in Liga. Sarà però difficile trattenere il centrale di fronte a lusinghe allettanti come quelle del Villareal. Prezzo: 4 milioni di euro.
Xherdan Shaqiri (Stoke City): l'estroso esterno – vecchia conoscenza del calcio italiano a causa dei sei mesi trascorsi all'Inter – sembrava aver trovato la sua dimensione nello Stoke. I suoi 8 gol e 7 assist non sono però bastati a evitare la retrocessione, in virtù della quale scatta una particolare clausola nel suo contratto. Il prezzo di rescissione, infatti, è stato automaticamente fissato a 15 milioni. L'affare ha già intrigato il Liverpool, che ha preso i primi contatti per aprire una trattativa.
Filip Kostic (Amburgo): è stata una stagione disastrosa per il club tedesco, retrocesso per la prima volta nella sua storia. Non è rimasto immune dalle critiche neppure il serbo, che però ha un intero Mondiale per risollevarsi e mettersi in mostra. Per età – appena 25 anni – e qualità tecniche potrebbe essere tra i pezzi pregiati di questa formazione. Prezzo: 6 milioni di euro.
Joe Allen (Stoke City): ancora Premier League in questa classifica. Stavolta si parla di un giocatore che doveva essere la “next big thing” del calcio d'oltremanica. La mancata esplosione al Liverpool lo ha però relegato a una carriera più modesta, ma comunque di tutto rispetto. Per questo, è facile immaginare che non farà troppa fatica a trovare squadra nonostante gli oltre 15 milioni di euro che potrebbe chiedere la squadra inglese per il suo cartellino.
Enrico Brignola (Benevento): a soli 18 anni è stata una vera e propria sorpresa per tutta la Serie A. La sua classe ed imprevedibilità hanno mosso l'interesse di mezza Italia calcistica. Il suo sogno è il Milan, ma più concreto pare l'interesse dell'Atalanta. L'occasione – con un investimento di soli 5 milioni – è sotto il naso.
José Rondon (WBA): lo score del venezuelano – 10 reti stagionali – non rende giustizia alle sue qualità. Colpa di un gioco poco spettacolare, che gli ha concesso scarse opportunità di mettere in mostra le sue doti realizzative. A 28 anni, nel pieno della sua carriera, è pronto al grande salto: Chelsea e Tottenham lo tengono in ottima considerazione, 10 milioni potrebbero bastare.
Cheick Diabaté (Benevento): il centravanti del Benevento si è abbattuto come un ciclone sul calcio italiano. Gli 8 gol segnati da gennaio -quando è arrivato alla corte di De Zerbi – non sono passati inosservati. L'Osmanlispor, detentore del cartellino, è però retrocesso nella seconda serie turca. L'asta è già aperta, con Sampdoria e Nizza tra le più interessate. Potrebbero bastare poco più di 4 milioni.
Wilfried Bony (Swansea): chiude la formazione la punta ivoriana. Alle spalle una carriera importante, culminata con la maglia del Manchester City. Ora però sembra essersi decisamente ridimensionato. Le offerte più concrete vengono dall'AEK Atene, desideroso di consolidare la propria posizione di dominio nel calcio greco. Il suo prezzo potrebbe anche scendere sotto gli otto milioni.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calciomercato