Seguici su

Champions League

Champions League, Karius vittima di commozione cerebrale durante la finale

Loris-Karius-Liverpool

Da Boston la notizia: “Dopo il contatto con Ramos esistevano palesi disfunzioni visive e spaziali che potrebbero aver inciso sulla sua performance

Una notte da incubo quella di Kiev per Loris Karius, portiere del Liverpool autore delle due gaffe in finale che hanno spianato al Real Madrid la strada verso la tredicesima Champions League. I regali per Benzema e Bale lo avevano condotto in lacrime sul terreno dell’Olimpijskyj a chieder scusa ai propri tifosi per quanto avvenuto in campo. Gli applausi di incoraggiamento arrivati dai tifosi del Liverpool in Ucraina erano stati però seguiti nelle ultime settimane da insulti e minacce arrivate al portiere tedesco via web.
Oggi è invece arrivata una notizia che potrebbe lenire le colpe dello stesso Karius che, secondo il Massachusetts General Hospital di Boston, avrebbe subito una commozione cerebrale proprio durante la finale di Champions. Il colpevole del trauma alla testa è Sergio Ramos, capitano del Real Madrid reo nella stessa partita di aver infortunato alla spalla il giocatore più pericoloso dei Reds, l’egiziano Salah.
La gomitata rifilata dallo spagnolo al portiere avrebbe dunque secondo i medici “provocato una disfunzione visiva e spaziale e potrebbe aver influito sulla prestazione del giocatore”. L’ospedale ha poi concluso affermando di aspettarsi un recupero totale per l’estremo difensore tedesco, che ha già riportato un rapido e significativo miglioramento dalla concussione.
L’infortunio fisico difficilmente ridimensionerà i due infortuni tecnici di cui Karius è stato protagonista a Kiev, ma è possibile che porti una maggiore empatia nei suoi confronti e una condanna invece ancora più forte per Ramos, resosi autore, volente o nolente, di due scorrettezze decisive per la conquista del trofeo.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Champions League