Seguici su

Nazionali

Mondiale, paura dalla Colombia: minacce di morte per Carlos Sanchez

Dopo l’espulsione contro il Giappone, minacce di morte dai tifosi colombiani nei confronti del centrocampista della Fiorentina

Incredibili le voci che giungono dalla Colombia. Secondo “Premium Sport”, infatti, alcuni “tifosi” dei Cafeteros avrebbero minacciato di morte Carlos Sanchez, uno dei giocatori convocati da Pekerman per il Mondiale di Russia 2018. Il motivo è sicuramente da ricondurre alla prestazione del centrocampista della Fiorentina durante la prima giornata contro il Giappone. Dopo pochi minuti dal fischio d’inizio, infatti, Sanchez è stato giustamente espulso dall’arbitro per un clamoroso fallo di mano in area di rigore: ciò ha portato all’inevitabile sconfitta della Colombia, che ha giocato quasi tutta la partita in un uomo in meno.
Ecco quindi che gli hater non ci hanno pensato due volte e non ci hanno più visto, minacciando di morte il ragazzo. “Farai la fine di Escobar“, questo il terrificante messaggio sul web. Carlos Escobar, capitano della Colombia ai Mondiali di Usa 1994, fu infatti ucciso una volta tornato in patria. Il difensore fu protagonista di un autogol proprio contro gli americani, e quindi accusato dell’eliminazione dei Cafeteros. Non c’è dunque da scherzare con queste voci: un’eventuale eliminazione anzitempo dalla corrente rassegna iridata non sarebbe presa bene in Colombia.


? Pillola di Fanta

La sconfitta all’esordio contro il Giappone ha scombinato i piani di Pekerman. La Colombia sembrava poter essere la padrona del proprio girone, ma così non sarà. Davanti a tutti ci sono infatti gli orientali, insieme al Senegal – che ha sconfitto altrettanto clamorosamente la Polonia. La Colombia dovrà assolutamente vincere domenica sera contro gli europei, altrimenti rischia davvero grosso. CLAMOROSO

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Nazionali